FAQs



Q?E’ arrivato un mod.730 integrativo. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione 730 seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Variare/Inserire i nuovi dati da mod.730 integrativo con quelli esistenti.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare le voci associate ai rimborsi/trattenute e inserire nel campo Importo gli importi ricalcolati.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo assumere un Dipendente con Lavoro a progetto per Ccnl Spettacolo (ex-Enpals) . Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire nel campo Contributi il codice ‘76(Spett.Enpals)
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri enti della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire l’anno di riferimento.
Inserire nel campo Posizione il valore 1 (progressivo ente).
Scegliere il codice 0001 Enpals nel campo Ente.
Scegliere la sede nel campo Sede.
Inserire la matricola Enpals nel campo Matricola.
Confermare con bottone Inserisci per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto Impiego inserire 5 Viaggiatore.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Tipo rapp. inserire il codice attinente al collaboratore.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Cod.attività inserire il codice attività attinente al collaboratore.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Altre Assicuraz. inserire il codice assicurazione attinente al collaboratore.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati2 della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Scegliere l’opzione Uniemens nel campo Tipo dati.
– Nel campo Cod.Qual (enpals) inserire il codice-qualifica attinente al collaboratore (da allegato Uniemens)
Nel campo Matricola (enpals) non indicare nulla.
– Nel campo Contribu (enpals) inserire il codice-aliquota attinente al collaboratore (da allegato Uniemens)
– Nel campo Quali1 (enpals) inserire il codice qualifica1 attinente al collaboratore (da allegato Uniemens)
S = Lav.autonomo spettacolo
U = Lav.autonomo Sportivo
– Nel campo TipoRap (enpals) inserire il TipoRapportoLav (da allegato Uniemens)
LP = Lav.a progetto
LA = Lav.autonomo
AP = Associato partecipazione
SC = Socio coop.autonomo
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire 5 Viaggiatore.
– Lasciare vuoto il campo Livello e inserire nella descrizione livello Collaboratore.
– Inserire nel campo Orario di lavoro il codice orario associato.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Non caricare importi nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Entrare nella sottosezione Inail della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti e scegliere il codice Inail associato alla posizione assicurativa Inail cui è assicurato il Lavoratore a progetto.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Verificare e/o variare il campo Date di attività da…… a…….
Verificare il campo Mese di pagamento (se corrente e/o successivo).
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 002 (Compenso) e inserire nell’importo il valore del compenso.
Se il compenso si riferisce a più mesi mettere il numero mesi nel campo MMRif.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino confermando con bottone Calc.Collab.
Viene creata in automatico la voce B11 (9,19% su imponibile Inps) versata con mod.F24 all’ente Enpals.

Q?Devo assumere un lavoratore Portiere e/o Pulizie del Ccnl Condominio Come faccio?
A.

La procedura prevede di prevede di risolvere la problematica gestendo due tipologie di rapporto impiego:
Portiere
Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire nel campo Contributi il codice ‘30’ (Portieri)
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale:
Nel campo Rapporto d’impiego inserire 9 Operaio mese.
Caricare il campo Livello e inserire nella descrizione livello Portiere.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti inserire descrizioni e importi associati alle voci vani, ascensore, posta, uffici ecc….
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Automatismi Fissi della funzione Automatismi seguendo il percorso Codifiche>>Ditte e caricare la voce P07 per il versamento del contributo di assistenza CUST (2,10% dell’imponibile Inps).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Pulizie
Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire nel campo Contributi il codice ‘33(Commercio)
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nel paragrafo Altri Dati campo Tipo contribuzione inserire il codice ‘94(Lav.pulizie…).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale:
Nel campo Rapporto d’impiego inserire  2 Operaio ora.
Caricare il campo Livello e inserire nella descrizione livello Op.Pulizie.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Automatismi Fissi della funzione Automatismi seguendo il percorso Codifiche>>Ditte e caricare la voce P07 per il versamento del contributo di assistenza PULI (0,80% dell’imponibile Inps).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo assumere un Dipendente Distaccato. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego S Socio.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Nel paragrafo Altri Dati campo Tipo lavoratore inserire il codice ‘99’ (No tratta Emens-Dm10).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire S Socio.
– lasciare vuoto il campo Livello e inserire nella descrizione livello Distaccato.
– Nel campo Detrazioni spuntare l’opzione Non soggetto.
– Inserire nel campo Orario di lavoro il codice 990 (no calendario).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Non caricare importi nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Entrare nella sottosezione Note Cedolino della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire nel campo Descrizione fisse la ragione sociale dell’azienda distaccante.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >>Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi Settimane intere Inps e Giorni lav.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Il netto sarà uguale a ‘0’ e il libro unico va numerato.

Q?Devo assumere un Dipendente Interinale. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire/aggiungere il numero dipendenti interinali nel campo n.dipendenti interinali.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego S Socio.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Nel paragrafo Altri Dati campo Tipo lavoratore inserire il codice ‘99’ (No tratta Emens-Dm10).
– Nel campo Tipo Contribuzione scegliere i codici 83 (tempo determinato) e/o 97 (tempo indeterminato).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire S Socio.
– lasciare vuoto il campo Livello e inserire nella descrizione livello Interinale.
Nel campo Detrazioni spuntare l’opzione Non soggetto.
– Inserire nel campo Orario di lavoro il codice 990 (no calendario).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Non caricare importi nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Entrare nella sottosezione Note Cedolino della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire nel campo Descrizione fisse la ragione sociale dell’azienda fornitrice del lavoratore interinale.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi Settimane intere Inps e Giorni lav.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Il netto sarà uguale a ‘0’ e il libro unico va numerato.

Q?Devo corrispondere l’elemento annuo di mensilizzazione per il contratto metalmeccanici industria.Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Aprire il box a tendina e scegliere Elemento Mensilizzazione.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Nella funzione di Calcolo Ordinario viene generata in automatico la voce U03 con ore 11,17, rapportate a part time , per i dipendenti in forza al 31/12/2008.

Q?Devo assumere un Dipendente con Lavoro a progetto (Co.co.co) . Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego P Parasubord.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Tipo rapp. inserire il codice attinente al collaboratore.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Cod.attività inserire il codice attività attinente al collaboratore.
– Nel paragrafo Parasubordinati al campo Altre Assicuraz. inserire il codice assicurazione attinente al collaboratore.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire P Parasubord.
– Nel paragrafo Ritenute Inps nel campo aliquota(space=generale) inserire l’aliquota da applicare per il calcolo dei contributi previdenziali. Se non versa i contributi previdenziali inserire 99 in questo campo.
– Inserire nel campo Orario di lavoro il codice 990 (no calendario).
– Se il Lavoratore a progetto non versa la ritenuta Inail ma paga annualmente il premio Inail convenzionale vedere punto a) altrimenti confermare con bottone Varia per concludere l’operazione e passare al punto b).

  1. a) inserire 9 nel campo Cassa edile (esclude la trattenuta Inail di 1/3).

Entrare nella sezione Inail della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Aggiungere 1 nel campo Soci (per versare il premio Inail su importo convenzionale).
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.

  1. b) Non caricare importi nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.

Entrare nella sottosezione Inail della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Scegliere il codice Inail associato alla posizione assicurativa Inail cui è assicurato il Lavoratore a progetto.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Verificare e/o variare il campo Date di attività da…… a…….
Verificare il campo Mese di pagamento (se corrente e/o successivo).
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 002 (Compenso) e inserire nell’importo il valore del compenso.
Se il compenso si riferisce a più mesi mettere il numero mesi nel campo MMRif.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino confermando con bottone Calc.Collab.

Q?Devo assumere una Colf. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Nel campo Voci inserire il codice voci DO per gestire Colf Oraria e/o codice voci DM per gestire Colf mensilizzata.
Nel campo Retribuzione scegliere il Ccnl secondo l’inquadramento di assunzione.
Nel campo Orario di lavoro scegliere No Calendario.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Inps  della funzione Anagrafica Ditte  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire nel campo Matricola una posizione Inps a scelta libera.
Inserire nel campo Contributi il codice 99 e nel campo Fiscalizzazione il codice 9.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego L Colf.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Calcolo Immediato
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire L Colf.
– Inserire gli altri dati riferiti alla Colf.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– La procedura inserisce in automatico i minimi tabellari in funzione del Ccnl e livello caricati.
– Inserire nell’elemento retributivo 14 il valore orario dei contributi previdenziali a carico della Colf.
– Inserire nell’elemento retributivo 15 il valore orario dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro.

Q?Devo assumere un tirocinante. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego S Socio
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare
– Nel campo Qualifica Inail inserire il codice B
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Nel campo Tipo lavoratore inserire il codice 99 (non tratta Emens e Dm10)
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire S Socio
– Lasciare vuoto il codice livello e inserire nella descrizione livello Tirocinante/Stagista
-Inserire nel campo Orario di lavoro il codice 990 (no calendario)
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Non caricare importi nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Entrare nella sottosezione Ferie/Permessi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
– Inserire nel campo Trattamento particolare un codice per non maturazione ferie.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione Voci seguendo il percorso paghe>>Cedolino
Inserire ‘0(zero) nei campi Settimane Intere Inps e Giorni lav
Click su bottone Nuove Voci e caricare la voce 009
Nel campo importo inserire il compenso stabilito.
Confermare con bottone Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire poi la funzione di Calcolo Ordinario e la stampa del Libro Unico.

Q?Ho una trasformazione da apprendista a Occupazione Giovanile in corso del mese? Come faccio?
A.

Prima di modificare i dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
caricare i valori e le voci riferite alla porzione di mese in cui il dipendente è ancora Apprendista.
– entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– elaborare il cedolino
– entrare nella sotto-sezione Stampa
– stampare e salvarsi il cedolino di prova .
Apportare le variazioni anagrafiche in funzione del nuovo rapporto di lavoro (funzione  Anagrafica e sue sottosezioni
seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti).
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti e mettere la data di Scad.occup.giovanile e altri dati associati al nuovo rapporto di lavoro.
Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Variare  il rapporto impiego e se necessario il livello di inquadramento (aggiornando i minimi tabellari)
Inserire la data di passaggio da rapporto Apprendista ad occupazione giovanile nel campo indicato come  Data trasformazione  nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Lasciare  la spunta al campo Fap Apprendista e  mettere la spunta a Soggetto occupazione giovanile.
Variare, se necessario, il campo indicato come Part-time e agevolazioni,.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Dopo la modifica dei dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– caricare i valori riferiti alla porzione di mese in cui il dipendente è passato a occupazione giovanile e le voci ed i valori
precalcolati  come da cedolino di prova salvato.
– Click sul trattamento Nuove voci   e  caricare la voce “915” assegnando :
campo indicato come Ore: nelle ore intere il numero delle ore part time riferite al precedente rapporto di lavoro e nelle ore decimali il numero dei giorni Inps riferite al precedente rapporto di lavoro, nel formato 01 02 ecc
nel campo indicato come Importo: valore dell’imponibile Inps del precedente rapporto di lavoro.
–  Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Procedere al calcolo del cedolino normalmente.
L’Uniemens è poi gestito automaticamente.

Q?Ho una trasformazione da Occupazione Giovanile a Operaio/Impiegato Qualificato nel corso del mese? Come faccio?
A.

Prima di modificare i dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
caricare i valori e le voci riferite alla porzione di mese in cui il dipendente è ancora Occupazione Giovanile.
– entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– elaborare il cedolino
– entrare nella sotto-sezione Stampa
– stampare e salvarsi il cedolino di prova .
Apportare le variazioni anagrafiche in funzione del nuovo rapporto di lavoro (funzione  Anagrafica e sue sottosezioni  seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti).
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti e togliere la data di Scad.occup.giovanile e altri dati che non rientrano nel nuovo rapporto di lavoro.
Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto occupazione giovanile a qualificato nel campo indicato come  Data trasformazione  nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Togliere la spunta al campo Fap Apprendista e a quello Soggetto occupazione giovanile.
Variare, se necessario, il campo indicato come Part-time e agevolazioni.
Se è una trasformazione con sgravio triennale/biennale spuntare l’opzione del campo indicato come Legge 190/2014 altrimenti lasciare vuoto il campo.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Dopo la modifica di dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– caricare i valori riferiti alla porzione di mese in cui il dipendente è passato a qualificato e   le voci ed i valori precalcolati come da cedolino di prova salvato.
– click sul trattamento Nuove voci  e caricare la voce “915” assegnando :
campo indicato come Ore: nelle ore intere il numero delle ore part time riferite al precedente rapporto di lavoro e nelle ore decimali il numero dei giorni Inps riferite al precedente rapporto di lavoro, nel formato 01 02 ecc
nel campo indicato come Importo: valore dell’imponibile Inps del precedente rapporto di lavoro.
–  caricare con il tipo voce Cambia Segno la voce “995” inserendo nell’importo la differenza di ritenuta pagata in più sulla parte di imponibile che era del rapporto di lavoro occupazione giovanile su cui è stato applicato l’aliquota del qualificato.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Procedere al calcolo del cedolino normalmente.
L’Uniemens è poi gestito automaticamente.

Q?Ho due ditte con codice fiscale uguale. Voglio usufruire del debito di una per compensare 730 dell’altra non capiente. Come faccio?
A.

Eseguire per entrambe le ditte la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Calcolare il debito fiscale di una delle ditte da compensare con l’altra non capiente.
Entrare nelle funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino della ditta che deve usufruire del debito dell’altra.
Nel campo indicato come Rimborso credito 730, in Ordinari (se si sta gestendo gli operai/imp) e/o Collaboratori (se si sta gestendoi lav. a progetto), inserire l’importo del debito da compensare nel  campo indicato come Imp +/- oppure % lasciando la spunta su Capienza.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario.
Nella funzione di Importazione/stampa del mod.F24 verrà indicato il credito utilizzato per il rimborso del mod.730.

Q?L’Inps non mi ha riconosciuto alcune ore di Cig. Come faccio a gestire il recupero?
A.

Recuperare i cedolini dove sono gestite le ore di Cig non autorizzate.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere nel campo Tipo voce la descrizione Cambia Segno.
Caricare con il tipo voce Cambia Segno tutte le voci associate alla gestione/pagamento della Cig non autorizzata.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Nella funzione Gestione Voci con il trattamento Nuove Voci caricare la voce per retribuire le ore non autorizzate di Cig.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Nella funzione Gestione Voci con il trattamento Nuove Voci scegliere nel campo Tipo voce la descrizione Cambia Segno e caricare la voce 929 per stornare l’imponibile inps delle ore retribuite e non autorizzate di Cig.
Inserire nell’importo il valore delle ore retribuite e non autorizzate di Cig (arrotondato)
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Nella funzione Gestione Voci con il trattamento Nuove Voci  caricare la voce 995 per trattenere la ritenuta previdenziale sull’imponibile inps delle ore retribuite e non autorizzate di Cig.
Inserire nell’importo la trattenuta previdenziale calcolata sull’imponibile inps delle ore retribuite e non autorizzate di Cig.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Se ditta edile caricare nella funzione Gestione Voci con il trattamento Nuove Voci scegliere nel campo Tipo voce la descrizione Arr e caricare la voce associata alla descrizione …. 18,50 per assoggettare a contribuzione cassa edile/edilcassa cassa le ore retribuite e non autorizzate di Cig. Inserire le ore e nel campo mmrif il mese di riferimento delle ore cig non autorizzate.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Procedere normalmente con la funzione di Calcolo Ordinario.
Entrare nella funzione Importazione seguendo il percorso Paghe>>F24 ed eseguire l’importazione dei tributi calcolati.
Entrare nella funzione Gestione standard seguendo il percorso Paghe>>F24 e portarsi nella sezione Inps per inserire i  contributi da versare all’Inps comprensivi degli interessi per le ore non autorizzate di Cig.
Caricare il codice RC01 e l’importo dei contributi più interessi nell’importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Passare  alla funzione di Export e stampa seguendo il percorso Paghe>>F24 e stampare il modello F24.
Il prima possibile entrare nella funzione Uniemens Dipendenti seguendo il percorso Chiusure Mensili>>Inps e rinviare il file Uniemens del dipendente per i mesi in cui era stato dichiarato l’evento di Cig, eliminando l’evento  COR  inserendo la settimana retribuita con ‘X’.

Q?Ho cambiato PC e su quello nuovo devo installare la procedura S4Net.paghe. Come faccio?
A.

Aprire il browser di  Internet Explorer.
Inserire Url  https://s4net.icesoftware.it
Aprire l’icona degli Strumenti di Internet.
Scegliere Opzioni Internet, Protezione e/o Sicurezza e successivamente Siti attendibili.
Cliccare il bottone Siti e aggiungere il sito https://s4net.icesoftware.it
Confermare con il bottone Chiudi e successivamente Aggiorna.
Cliccare il bottone Livello personalizzato.
Spuntare l’opzione  Chiedi conferma per la domanda Scarica controlli ActiveX con firma elettronica.
Spuntare l’opzione  Chiedi conferma per la domanda Scarica controlli ActiveX senza firma elettronica.
Spuntare l’opzione  Attiva per la domanda Download dei caratteri.
Spuntare l’opzione  Attiva per la domanda Download dei file.
Confermare con il bottone OK e alla domanda Modificare le impostazioni per quest’area rispondere SI.
Confermare poi  con bottone Chiudi per chiudere box degli Strumenti.
Togliere la spunta all’opzione Print & File Transfer Client (?)
Inserire Login e Password.

Q?Devo assumere un apprendista per la qualifica e per il diploma professionale. Come faccio?
A.

Procedere con il caricamento dei dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti come un’apprendista normale.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Caricare i dati della funzione Parametri Mensili seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti  come un’apprendista normale.
Nel paragrafo Apprendisti al campo Tipologia scegliere il codice A qualifica e diploma.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Elementi Retributivi della funzione Parametri Mensili seguendo il percorso
Codifiche>>Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti  e inserire nel campo indicato come Apprendisti: gruppo il codice  associato alle percentuali dell’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione calendario seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.
Generare le voci come di consueto.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere tra le voci del contratto la voce con descrizione Ore formazione interna.
Inserire nel campo indicato come Ore le ore retribuite dalla ditta (la formula calcola il 10% della retribuzione che sarebbe Dovuta).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?L’Inail non ha riconosciuto l’infortunio denunciato e già pagato al dipendente. E’ da trattare come malattia. Come faccio?
A.

Recuperare il cedolino dove è gestito l’infortunio C/Inail.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere nel campo Tipo voce la descrizione Cambia Segno.
Caricare con il tipo voce Cambia Segno tutte le voci associate al pagamento dell’infortunio (carico ditta e carico Inail).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere le operazioni.
Entrare poi nella sezione Malattia ed eliminare dallo storico malattie i periodi associati all’evento di infortunio.
Caricare successivamente nel Mese in elaborazione i periodi di malattia che prima erano coperti dall’infortunio.
Cliccare il trattamento Ins.mal per concludere l’operazione di ogni periodo.
Cliccare il trattamento Genera mal. per generare le voci ottenute dal calcolo della malattia.
Procedere normalmente con la funzione di Calcolo Ordinario.
Il prima possibile entrare nella funzione Uniemens Dipendenti seguendo il percorso Chiusure Mensili>>Inps e rinviare il file Uniemens del dipendente per i mesi in cui era stato dichiarato l’evento di infortunio, sostituendo l’evento  INF con l’evento MAL.

Q?Devo recuperare sul Dm10 i contributi di mobilità e gli arretrati riconosciuti dall’Inps. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “926”.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere nel campo Tipo voce la descrizione Cambia Segno.
Caricare la voce 926, Cong.ctr.ditta S147.
Per recuperare gli importi di mobilità lex 223 inserire il valore 1,00 nel campo indicato come Ore (Cod.L400 in Dm10).
Per recuperare gli importi arretrati di mobilità lex 223 inserire il valore 2,00 nel campo indicato come Ore (Cod.L401 in Dm10).
Inserire l’importo da recuperare nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Nella CU voglio gestire i compensi indeducibili perché parenti quindi non imponibili per il percettore. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Portarsi al paragrafo Riferimento deceduto/erede/sommerso e aprire il campo indicato come Tipo.
Clik sul codice Parenti inded.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.

Q?Quando ottengo file remote F24 mi segnala ‘foglio = ‘0’ e non riesco ad inviare il file. Come faccio a sistemarlo?
A.

Entrare nella funzione Export e Stampa seguendo il percorso Paghe>>F24.
Spuntare il tipo operazione Ristampa (la procedura inserisce 1 euro di debito nei fogli del mod.F24 che sono a importo ‘0’).
Successivamente ripetere le operazioni di riottenimento del file telematico spuntando nel paragrafo Operazione i campi
Telematico, Remote Banking e Riottenimento.
Spuntare la ditta, i dipendenti/Collaboratori.
Confermare con bottone Esegui per concludere l’operazione.

Q?Devo applicare l’incentivo ‘Garanzia Giovani’. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Determinare la misura dell’incentivo e il numero di rate da erogare in funzione delle risorse disponibili e della profilazione del giovane da assumere.
Ci sono due possibilità:
– gestire la voce manualmente e per numero di mesi previsti per l’incentivo.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce CA6  inserendo  l’importo della rata mensile dell’incentivo nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
– impostare la rateazione automatica della voce.
Entrare nella sezione Prestiti seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Caricare l’importo totale dell’incentivo nel campo indicato come Importo totale.
Caricare il numero di rate previste per l’incentivo nel campo indicato come Nrate.
Caricare l’importo della singola rata mensile nel campo indicato come Importo rata.
Caricare l’importo totale dell’incentivo anche nel campo indicato come Importo residuo.
Caricare la voce CA6  nel campo indicato come Voce.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario genererà la voce CA6 con l’importo della singola rata mensile
dell’incentivo e proseguirà in automatico ogni mese fino ad esaurimento dell’incentivo.
Inoltre nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Voglio restituire il bonus di 80 euro pagato erroneamente. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “N19”.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere il tipo voce Cambia segno e caricare la voce N19 con descrizione Credito art.1 Dl 66/2014.
Inserire  l’importo del bonus 80 euro da trattenere campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Voglio assoggettare un importo a tassazione separata.Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce che deve essere assoggettata a tassazione separata.
Inserire l’importo da sssoggettare a tassazione separata nel campo indicato come Importo.
Inserire ‘99’ nel campo indicato come MM Rif.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Voglio inibire il calcolo della trattenuta di conguaglio Addizionale Regionale e Comunale. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite i codici voce “A09” e voce “A19”.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce A09 con descrizione Saldo Addiz.regionale Ac.
Inserire  ‘0’ nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce A19 con descrizione Saldo Addiz.comunale Ac.
Inserire  ‘0’ nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Cambio il comune di residenza a metà anno.Quando viene recepita la nuova aliquota?
A.

La procedura per il calcolo  dell’addizionale comunale a saldo legge il comune di residenza al 1 gennaio di ogni anno.
Il saldo addizionale comunale verrà effettuato sul comune precedente mentre l’acconto addizionale comunale sarà fatto sul nuovo comune variato a metà anno.

Q?Devo restituire all’Inps una malattia non riconosciuta. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “M01”.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Scegliere il tipo voce Cambia segno e caricare la voce M01 con descrizione Malattia C/Inps.
Inserire  l’importo da restituire all’Inps nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo trasferire solo il Tfr di un dipendente che passa da una ditta all’altra.Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Caricare la nuova anagrafica del dipendente in trasferimento.
Copiare i dati del Tfr all’anno precedente del dipendente da trasferire dalla sezione Tfr della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti e inserirli nella sezione Tfr della funzione
Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti della nuova anagrafica del dipendente in trasferimento indicando l’anno precedente.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Gestione Voci seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Click sul bottone Nuove Voci e inserire la voce 991.
Inserire nel campo indicato come Importo lo 0,5% del totale imponibile Inps dell’anno in corso del dipendente da trasferire (è il contributo dello 0,5% dell’imponibile Inps per il calcolo del Tfr).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Click sul bottone Nuove Voci e inserire la voce 941.
Inserire nel campo indicato come Importo il totale della retribuzione utile al calcolo del Tfr dell’anno in corso del dipendente da trasferire.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Come imposto il cedolino di una trasformazione da tempo determinato e indeterminato nel corso del mese?
A.

Prima di modificare i dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
caricare i valori e le voci riferite alla porzione di mese in cui il dipendente è ancora tempo determinato.
– entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– elaborare il cedolino
– entrare nella sotto-sezione Stampa
– stampare e salvarsi il cedolino di prova .
Apportare le variazioni anagrafiche in funzione del nuovo rapporto di lavoro (funzione Anagrafica e sue sottosezioni seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti).
Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto Determinato a Indeterminato nel campo indicato come Data trasformazione nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Scegliere la dicitura Tempo Indet. nel campo indicato come Tempo determinato.
Variare, se necessario, il campo indicato come Part-time e agevolazioni scegliendo un codice associato a un rapporto di lavoro indeterminato.
Se è una trasformazione con sgravio triennale/biennale spuntare l’opzione del campo indicato come Legge 190/2014 altrimenti lasciare vuoto il campo.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
a-Se non è una trasformazione con sgravio triennale/biennale passare al punto b.
Altrimenti entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto Determinato a Indeterminato nel campo indicato come Variazione Det. ad Ind nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
b– Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Togliere eventuali codici presenti nel campo indicato come Tipo contribuzione associato al rapporto di lavoro determinato.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Dopo la modifica dei dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– caricare i valori riferiti alla porzione di mese in cui il dipendente è passato a fulltime  e le voci ed i valori (precalcolati come da cedolino di prova salvato) per il periodo di partime (se fosse rapporto di lavoro tempo determinato partime) altrimenti i giorni e le voci del mese.
– per inserire voci cliccare il trattamento Nuove voci
– in particolare caricare la voce “915” assegnando :

campo indicato come Ore: nelle ore intere il numero delle ore part time riferite al precedente rapporto di lavoro e nelle ore decimali il numero dei giorni Inps riferite al precedente rapporto di lavoro, nel formato 01 02 ecc

  • nel campo indicato come Importo: valore dell’imponibile Inps del precedente rapporto di lavoro.

Procedere al calcolo del cedolino normalmente.
L’Uniemens è poi gestito automaticamente.
La procedura esegue automaticamente il conteggio contributivo per il rapporto a tempo determinato e lo sgravio totale/biennale per il rapporto a tempo indeterminato e la restituzione del contributo addizionale 1,40% trattenuto nel periodo coperto da rapporto di lavoro determinato.
Il codice di restituzione in Uniemens viene indicato il mese successivo.

Q?Devo rieseguire l’ottenimento delle voci per lo sgravio edili dell’ 11,50%. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Sul primo dipendente è presente la voce arretrato E02, Sgravi 11,50%.
Selezionare la voce arretrato E02.
Cliccare il trattamento Elim.sel per concludere l’operazione.
Rilanciare la funzione Sgravi edili arre.ssaa seguendo il percorso Chiusure Mensili>>Cambio Mese.

Q?Devo inibire la deduzione Tfr a un lavoratore perché già percepita nell’anno. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite le voci “R06” e “R08”.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce R06, Deduzione impon.1012, per i tempi determinati.
Caricare la voce R08, Deduzione impon.1012, per i tempi indeterminati.
Inserire ‘0’ (zero) nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Ho un dipendente che ha pagato I.V.S (1% aggiuntivo oltre il massimale mensile) presso un altro datore di lavoro. Come faccio a memorizzarlo per il conguaglio?
A.

Entrare nella funzione Cud Altri seguendo il percorso di menu Codifiche>>Dipendenti.
Caricare la matricola, cognome e nome del lavoratore.
Caricare progressivo (da 01 …) e il codice fiscale di altro datore di lavoro.
Inserire l’importo dell’imponibile Inps da altro datore di lavoro nel campo indicato come Imponibile Inps.
Inserire l’importo della trattenuta 1% da altro datore di lavoro nel campo indicato come Imponibile I.V.S
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Ho un collaboratore che ha già superato il massimale Inps perché ha redditi da altro datore di lavoro. Come faccio a sospendere la trattenuta Inps?
A.

Entrare nella funzione Cud Altri seguendo il percorso di menu Codifiche>>Dipendenti.
Caricare la matricola, cognome e nome del lavoratore.
Caricare progressivo (da 01 …) e il codice fiscale di altro datore di lavoro.
Inserire l’importo dell’imponibile Inps da altro datore di lavoro nel campo indicato come Imponibile Inps.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Mi sono dimenticata di cessare un dipendente. Come faccio a pagare il Tfr ora che sono sul mese successivo?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di cessazione nel campo indicato come Data Cessazione.
Eseguire doppio click nel campo indicato come Tipo cess per scegliere il motivo della cessazione.
Nel campo indicato Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Calcolo immediato.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Inserire ‘0’ nel campo indicato Settimane intere INPS e ‘0’ nel campo indicato come Giorni Lav.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario.

Q?Come posso gestire le festività per gli eventi di maternità?
A.

Entrare nella funzione Gestione calendario seguendo il percorso Paghe>>Calendario.
Inserire i giustificativi associati all’evento da trattare: MAO/MAF/MAA.
In corrispondenza del giorno di festività indicare i giustificativi associati alla percentuale da trattare in funzione dell’integrazione azienda: FES/FS2/FS7
Cliccare il trattamento Salva per concludere l’operazione.

Q?Come posso erogare il Bonus di 80 euro?
A.

Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
E’ presente il campo indicato come Bonus con quattro opzioni di scelta.
L’opzione Calcola indica alla procedura di eseguire il calcolo dell’importo del bonus in funzione del reddito del lavoratore (Vedi domanda Come viene calcolato il reddito di riferimento per il calcolo delle detrazioni e del bonus di 80 euro?)
L’opzione Rinuncia indica alla procedura che il lavoratore ha scelto di non erogagli il bonus.
L’opzione A Conguaglio indica alla procedura di eseguire il calcolo dell’importo del bonus solo nel conguaglio di Dicembre e/o di cessazione del rapporto di lavoro sempre secondo il reddito del lavoratore.
L’opzione Sempre indica alla procedura di pagare sempre il bonus di 80 euro salvo poi eseguire il conguaglio a Dicembre e/o in cessazione con eventualità di restituzione del bonus se non dovesse spettare in funzione del reddito.
Spuntare quindi una delle quattro opzioni.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Ho l’errore ‘Id contratto’ nell’invio del file al fondo Est. Come faccio a correggerlo?
A.

Il file da inviare al fondo Est è generato per le aziende del commercio/Terziario.
Queste aziende sono identificate da un codice contratto associato al settore Commercio (vedi appendice D – tabella codifiche contratti in PosContributiva dell’allegato Uniemens)
Entrare nella sezione Inps seguendo il percorso Codifiche>>Ditte>>Anagrafica Ditte.
Nel campo indicato come Codice contratto INPS (mod.o1M) caricare il codice trovato nella tabella codici contratti (es. ‘042’ associato alle aziende del terziario)
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Riottenere il file da inviare al fondo Est come da domanda Vorrei ottenere il file .xml da inviare al fondo Est.

Q?Voglio stampare sul mod.F24 il contributo EBCM suddiviso per provincia. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Altri dati seguendo il percorso Codifiche>>Ditte>>Anagrafica Ditte.
Scegliere il fondo indicato come Ente Bil.EBCM.
Cliccare il trattamento Varia  per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Anagrafica Unità locali seguendo il percorso Codifiche>>Ditte>>Anagrafica Ditte.
Nel campo indicato come Sede scegliere la sede Inps associata alla unità locale.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Nel mod.F24 trovo il codice tributo FOIN. Perché?
A.

La presenza di questo codice tributo è dovuta alla mancata scelta di destinazione del Tfr.
Essendo trascorsi 6 mesi dalla data di assunzione senza inserire la data scelta la procedura destina il Tfr al fondo Inps (Cod.Foin).
Entrare quindi nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire la data nel campo indicato come Data scelta destinazione Tfr.

Q?Devo assumere un lavoratore a tempo indeterminato con esonero contributivo biennale del 40% (Legge 208/2015). Come faccio ?
A.

Caricare i dati anagrafici del lavoratore come di consueto.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Legge 190/2014 a lato del paragrafo Esonero Contributivo.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
La procedura con la funzione di Calcolo Ordinario provvede a generare in automatico la voce AT6 con l’importo dello sgravio contributivo e la voce ATP con l’importo della differenza a credito da utilizzare per i mesi successivi.
In Uniemens viene inserito il valore BIEN e il codice L446 per l’esonero contributivo e il codice L702 per la differenza ad arrivare al limite massimo mensile.

Q?Non voglio che venga pagato al dipendente il credito scaturito dal conguaglio. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come No conguaglio a Credito

Q?Eseguo la stampa del modello ANF e la procedura segnala ‘impossibile eseguire la stampa per mancanza di dati’. Perché?
A.

Il motivo è che il dipendente, di cui si richiede la stampa del modello ANF, non ha in carico nei parametri mensili la codifica dell’assegno nucleo familiare.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Cliccare il bottone ‘Lettera’ e scegliere il modulo ‘Richiesta ANF tutti’.
Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
Vedere poi la domanda ‘Voglio ottenere la stampa dei modelli ANF precompilati’

Q?Vorrei ottenere la stampa e il file DMAG da inviare all’Inps. Come faccio?
A.

La gestione del flusso Dmag presuppone l’abilitazione dell’azienda agricola ad ottenere il flusso Dmag.
Contattare quindi ICE per impostare i dati di base utili alla compilazione del flusso Dmag.
Elaborare e stampare i cedolini del mese.
Entrare nella funzione Dmag seguendo il percorso Chiusure mensili>>Inps.
– Spuntare l’opzione ‘Determinazione DMAG in scadenza’ del campo indicato come Tipo elaborazione per ottenere il flusso in scadenza trimestrale.
– Spuntare l’opzione ‘Determinazione DMAG periodo richiesto’ del campo indicato come Tipo elaborazione per ottenere il flusso in scadenza scelta dall’utente.
Spuntare la ditta di cui si vuole il flusso.
Confermare con il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Vorrei riottenere la stampa riepilogativa del tributo 1713. Come faccio?
A.

Il riottenimento della stampa esige che la ditta si trovi nel mese in cui si è generata la stampa (Gennaio).
Entrare nella funzione Crediti/Versamenti seguendo il percorso Codifiche>>Ditte>>Anagrafica Ditte.
Impostare l’anno e il mese riferiti alla generazione della stampa riepilogativa del codice tributo 1713.
Cercare nella sezione Erario il codice tributo 1713.
Confermare con il trattamento Cerca per concludere l’operazione.
Eliminare il tributo 1713 con il trattamento Elimina.
Entrare nella sezione Fine calcolo della funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Cliccare il bottone Fine Calcolo per riottenere la stampa del tributo 1713.

Q?Devo gestire le forme previdenziali e assistenziali di un dirigente – Fasi – Previndai – Pastore – Negri ecc.. Come faccio ?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari gestite dalla funzione Automatismi.
Entrare nella funzione Automatismi seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Nella sezione Automatismi fissi caricare il codice voce (vedere il dettaglio voci) nel campo indicato come Voce.
Settore Industria:
Per il fondo Fasi inserire la voce 997 e caricare il valore ‘1’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Con l’operazione di Calcolo Ordinario vengono generate le voci E01 – E15 (Fasi C/Ditta) F05 (Previndai) con importi associati ai massimali dei fondi.
Settore Commercio:
Per il fondo Pastore inserire la voce E40 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Per il fondo Besusso inserire la voce E41 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Per il contributo Formazione inserire la voce E42 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Per il fondo Pastore c/ditta inserire la voce E43 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Per il fondo Negri c/ditta inserire la voce E32 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Per il fondo Negri inserire la voce E37 e caricare il valore ‘30’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Con l’operazione di Calcolo Ordinario vengono generate le voci E31 (Pastore c/Ditta) E33 (Fasdac c/ditta) E38 (Formazione c/ditta) E39 (Fasdac c/ditta x cud )con importi associati ai massimali dei fondi.
Per tutti i settori:
Scegliere ‘R’ nel campo indicato come Qualifica.
Scegliere ‘Tutti’ nei campi indicati come Rapporto di lavoro, Contratti di lavoro.
Indicare il codice ‘5’ nel campo indicato come Assenze.
Spuntare il campo indicato come per i dipendenti cessati nel mese.
Spuntare il campo indicato come escludi dipendenti a chiamata.
Per ogni voce cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo assumere un Dirigente. Come faccio ?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Aprire tendina del campo indicato come Rapporto d’impiego e scegliere R Dirigente.
Aprire tendina del campo indicato come Dirigente Settore e scegliere il settore contrattuale di appartenenza del Dirigente.
Aprire tendina del campo indicato come Massimali e scegliere la classe di appartenenza del dirigente ‘N-A-B-C-D’.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Parametri Mensili seguendo il percorso di menù Codifiche>> Dipendenti.
Aprire tendina del campo indicato come Rapporto d’impiego e scegliere R Dirigente.
Completare con i dati standard associati al lavoratore.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sottosezione Elementi Retributivi seguendo il percorso di menù Codifiche>> Dipendenti>>Parametri Mensili.
Inserire la retribuzione concordata all’atto dell’assunzione nel campo indicato come Paga Base.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Per gli obblighi contributivi di previdenza e assistenza sanitaria vedere la domanda ‘Devo gestire le forme previdenziali e assistenziali di un dirigente – Fasi – Previndai – Pastore – Negri ecc..’.

Q?Devo gestire una maternità anticipata. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Cliccare il trattamento Genera Calen. per rendere effettiva l’operazione.
Nel campo indicato come Gius inserire, per i giorni di maternità anticipata, il giustificativo MAA e le ore di maternità.
Cliccare il trattamento Genera Voci per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Input per passare alla gestione voci.
La procedura genera automaticamente la voce ‘M11’ di maternità anticipata C/Inps con le settimane di accredito S1/S2 associate al periodo di assenza.
Se il contratto lo prevede viene generata la voce di maternità a carico della ditta unitamente alla voce di lordizzazione a garanzia della retribuzione netta 100%.
Nell’operazione di calcolo ordinario vengono confermate le settimane S1/S2 e la differenza di accredito per il flusso uniemens.

Q?Devo assumere un dipendente in sostituzione di maternità. Come faccio ?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Aprire tendina del campo indicato come Part-time e agevolazioni.
Scegliere il codice ‘5’ per assunzione in sostituzione di maternità full time.
Scegliere il codice ‘6’ per assunzione in sostituzione di maternità part time.
Portarsi poi sul dipendente che è in maternità e che deve essere sostituito.
Entrare nella funzione Parametri Mensili seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Aprire tendina del campo indicato come Sostituzione e scegliere la dicitura Sostituito.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Altri Dati seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Eseguire doppio click sul campo indicato come Tipo contribuzione e scegliere il codice associato alla sostituzione di maternità.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Voglio ottenere il file dei netti con bonifico Sepa. Come faccio?
A.

Per ottenere il file dei netti con bonifico Sepa devono essere caricati questi campi:

  • Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
  • Inserire i dati del campo Riferimenti bancari  nello specifico del codice Iban e codice Bic.
  • Mettere la spunta sull’opzione Netti e Remote.
  • Inserire i dati riferiti ai campi indicati come Codice Sia mittente e Codice CUC mittente..
  • Cliccare il bottone operativo indicato come Remote.
  • Impostare il campo indicato come Valuta su opzione Variabile.
  • Impostare il campo indicato come Tipo File  su opzione Sepa (Cbi).
  • L’opzione Sepa vale solo per la banca Deutsche.

Se presenti questi campi:
Entrare nella funzione Netti seguendo il percorso di menù Paghe >> Post cedolino.
Spuntare l’opzione Stampa+Bonifici del campo indicato come Tipo Operazione.
Impostare i campi indicati come Anno e Mese.
Selezionare la ditta e inserire la data valuta nel relativo campo (la data valuta è la data di esecuzione dell’operazione pertanto la valuta è il primo giorno lavorativo precedente a questa data).
Cliccare il trattamento Elabora per rendere effettiva l’operazione.

Q?Devo retribuire le ore di allattamento giornaliere. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Cliccare il trattamento Genera Calen. per rendere effettiva l’operazione.
Nel campo indicato come Gius inserire, per i giorni di allattamento, il giustificativo PAL e le ore di allattamento.
Cliccare il trattamento Genera Voci  per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Input  per passare alla gestione voci.
La procedura genera la voce di  Permesso allattamento con le ore e le settimane di accredito S1/S2 associate al periodo di assenza.
Nell’operazione di calcolo ordinario genera l’importo e la differenza di accredito per il flusso uniemens.

Q?Devo gestire un congedo straordinario per assistenza persone disabili. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Questa operatività è solo nel caso in cui la retribuzione annua lorda del lavoratore, comprensiva di ratei, non superi l’ammontare massimo annuo stabilito dall’Inps (variabile di anno in anno).
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Cliccare il trattamento Genera Calen. per rendere effettiva l’operazione.
Nel campo indicato come Gius inserire, per i giorni di congedo straordinario, il giustificativo MAC. e le ore di congedo.
Cliccare il trattamento Genera Voci  per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Input  per passare alla gestione voci.
La procedura genera la voce di Congedo Straordinario con i giorni e le settimane di accredito S1/S2 associate al periodo di assenza.
L’evento è computato nell’anzianità di servizio ma non nelle ferie, ratei e Tfr.
Nell’operazione di calcolo ordinario genera l’importo e la differenza di accredito per il flusso Uniemens.

Q?Devo effettuare un Ravvedimento Operoso del mod.F24 non pagato in scadenza normale. Come faccio?
A.

La premessa è che il mod.F24 del periodo da ravvedere sia conforme a quello effettivamente pagato/non pagato.
Se non lo è entrare nella sezione Gestione Standard  della funzione Importazione seguendo il percorso Paghe>>F24.
Click su bottone Apri F24 e modificare gli importi come dovevano essere versati (se non è stato pagato nulla mettere ‘0’ nel campo Importo.
Al termine della variazione click su bottone Chiudi F24 per ottenerne la stampa.
Successivamente entrare nella funzione Gestione ravvedimento seguendo il percorso di menù Paghe >>F24.
Scegliere la tipologia F24 indicata come R1 Ravvedimento e la ditta che effettua il Ravvedimento operoso.
Inserire la data pagamento del Ravvedimento Operoso nel campo indicato come Data ravvedimento (da indicare per nuovo inserimento).
Cliccare il trattamento Inserisci  per rendere effettiva l’operazione.
Entrare nella sezione Dettaglio.
Cliccare il trattamento Importa da F24 standard  per acquisire i dati del mod.F24 non pagati in scadenza.
Nella finestra di dialogo scegliere la tipologia F24 e il periodo da ravvedere.
Spuntare i campi indicati come Deb/Int (Interessi dei debiti) e il campo Sanz (Sanzioni) in corrispondenza dei debiti da ravvedere.
Cliccare il trattamento Importa  per rendere effettiva l’operazione.
Se ci sono altri importi da aggiungere cliccare il trattamento Continua  altrimenti  cliccare il trattamento Esci  per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Passare eventualmente nella sotto-sezione F24 (Erario, Inps ecc.) per importare altri importi e ripetere le operazioni legate al trattamento Importa da F24 standard
Tornare alla sezione Intestazione  e cliccare il trattamento Chiudi F24 per concludere l’operazione e ottenere la stampa del Mod.F24 o entrare nella sezione Export e stampa e spuntare l’opzione Ravvedimento del campo indicato come Tipo modello e procedere alla spunta della ditta e del campo Ravvedimento da stampare.

Q?Devo modificare un credito delle paghe perché utilizzato per compensare altro tributo esterno alle paghe. Come faccio?
A.

Procedere all’importazione e stampa del mod.F24 come generato dalla procedura paghe.
Successivamente entrare nella funzione Gestione standard seguendo il percorso di menù Paghe >>F24.
Scegliere la tipologia F24, ditta e periodo da modificare.
Se il documento scelto risultasse “Stampato” prima di procedere cliccare il trattamento Apri F24 per renderlo modificabile, a questo punto risulterà “In trattamento”.
Entrare nella sezione Dettaglio.
Entrare nella sezione Crediti.
Entrare nella sotto-sezione F24 di cui fa parte il credito da modificare (Erario, Inps ecc.).
Spuntare il checkbox in testa alla riga corrispondente al credito da modificare e variare il campo Importo Credito diminuendolo del credito già utilizzato per altro tributo.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Tornare alla sezione Intestazione  e cliccare il trattamento Chiudi F24 per concludere l’operazione e ottenere la stampa del Mod.F24 o entrare nella sezione Export e stampa e spuntare l’opzione Standard del campo indicato come Tipo modello e procedere alla spunta della ditta e del campo Dipendenti, Collaboratori, Inail  da stampare.

Q?Voglio ottenere una stampa degli importi delle trattenute sindacali effettuate. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Sindacati seguendo il percorso di menù Paghe>>Post cedolino.
Impostare il campo indicato come Anno e il campo mese.
Scegliere  l’output per indirizzare la stampa.
Spuntare le aziende di cui si desidera ottenere la stampa delle trattenute sindacali.
Spuntare il campo indicato come Ordina per UL se si vuole la stampa in ordine di codice Unità Locale.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Voglio ottenere il file Remote Banking del mod.F24. Quali dati servono e come faccio ad ottenerlo?
A.

Per ottenere il file di Remote Banking F24 devono essere caricati questi campi:

  1. Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte. Inserire i dati del campo Riferimenti bancari con la spunta sull’opzione F24 e il campo Remote.
    Caricare i dati del campo Remote Banking nello specifico del campo Codice sia mittente  e il campo Codice SIA/ABI  del veicolatore del flusso.
    Cliccare il trattamento Varia per rendere effettiva l’operazione.
  2. Se l’azienda è persona fisica passare al punto 4.
  3. Se l’azienda è società entrare nella funzione Persone fisiche seguendo il percorso di menù Codifiche >> Altre.Se sono inseriti i dati della persona del legale rappresentante, verificare che siano spuntati i campi Abilitazioni utilizzo codice indicati come 770 e F24. In caso contrario caricare spuntare i due campi indicati.
    Se non sono inseriti i dati della persona del legale rappresentante caricare tutti i dati richiesti del legale rappresentante spuntando anche i campi Abilitazioni utilizzo codice indicati come 770 e F24.
    Entrare nella sezione 770 della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte. 
    Eseguire doppio click sul campo indicato come Codice fiscale. 
    Dalla listBox cercare il codice fiscale della persona del legale rappresentante e cliccare sul codice Fiscale.
    Vengono riportati nella maschera della sezione 770 i dati anagrafici del legale rappresentante.
    Cliccare il trattamento Varia per rendere effettiva l’operazione.
  4. Entrare nella funzione Export e Stampa seguendo il percorso di menù Paghe>>F24. 
    Spuntare il campo indicato come File Telematico e il campo Remote Banking. 
    Se il mod.F24 è già stampato spuntare il campo indicato come Riottenimento. 
    Spuntare le opzioni Ditta, Dipendenti, Collaboratori, Inail in funzione del modello F24 da ottenere.
    Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
Q?Devo elaborare un evento di infortunio. Come faccio?
A.

Entrare  nella sezione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire nel campo indicato come Inail: retribuzione il valore medio giornaliero della retribuzione a carico Inail.
Spuntare il campo indicato come Liquidazione al Dip se l’assegno Inail arriva al dipendente.
Non spuntare il campo indicato come Liquidazione al Dip se l’assegno Inail arriva alla ditta.
Cliccare il trattamento Varia per rendere effettiva l’operazione.
Entrare  nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Nel campo indicato come Gius inserire per i giorni di infortunio il giustificativo INF e caricare le relative ore.
Cliccare il trattamento Genera Voci  per ottenere le voci nella funzione Gestione Voci  seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura  genera nella sezione Malattia le date riferite al periodo di infortunio e ottiene la stampa del conteggio dell’importo a carico dell’Inail.
Genera le ore/gg associate alle voci riferite all’evento di infortunio esponendo nel campo indicato come Sett1/Sett2 le settimane utili al  flusso uniemens.
Se il campo indicato nei parametri mensili del dipendente Liquidazione al dip non è  spuntato viene inserito l’importo a carico Inail  nella voce infortunio c/Inail. In caso contrario l’importo a carico Inail della voce infortunio viene azzerato.
Toglie dal campo indicato come Giorni lav il numero dei giorni riferiti all’infortunio e li inserisce nel campo indicato come Giorni non lav.
Nell’operazione di calcolo ordinario genera l’importo della differenza di accredito per il flusso uniemens.

Q?Ho eseguito duplicazione anagrafica e storici di un dipendente. Come faccio a conguagliarlo?
A.

La funzione di duplicazione storici garantisce già il passaggio degli imponibili al fine del conguaglio fiscale di fine anno  e/o di licenziamento.
Se Altro soggetto si estingue si chiude l’operazione
Se altro soggetto prosegue:
Ai fini della Certificazione Unica e 770 si deve entrare nella funzione Cud Altri  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati richiesti come da Certificazione Unica del precedente datore di lavoro.
Togliere la spunta al campo indicato come Tratta Conguaglio.
Cliccare il trattamento Inserisci per rendere effettiva l’operazione.

Q?Ho impostato la stampa dei ratei nella funzione ma la richiesta finisce male e non ottengo la stampa. Cosa faccio?
A.

Entrare nella sezione Ratei della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Verificare  che siano impostati i parametri per il calcolo dei ratei, eventualmente caricarli.
Cliccare il trattamento Varia (o Inserisci se originariamente non esistevano) per concludere l’operazione.
E’ prevista anche la possibilità della duplicazione.
Entrare nella funzione Elaborazioni Batch seguendo il percorso di menu Servizi >>Batch.
Nell’elenco Job cliccare Gestione Ratei.
Nell’elenco cod.Elaborazione cliccare sulla elaborazione richiesta.
Completare inserendo i codici e i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Devo gestire nel cedolino il Contributo di licenziamento. Come faccio?
A.

La procedura gestisce automaticamente la problematica generando il codice voce ‘CLI’ per i dipendenti cessati e a tempo indeterminato.
L’utente deve fare attenzione al tipo di cessazione presente nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti.
Nel campo indicato come Tipo Cess indicare la tipologia dell’avvenuta cessazione.
I codici   1A  – 1D  –  1H  –  B1   generano in automatico il contributo di licenziamento mentre gli altri codici  non ne permettono il calcolo.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a generare in automatico la voce CLI con l’importo del contributo di licenziamento calcolato sul massimale Inps e in funzione dell’anzianità aziendale del lavoratore.
Per forzare e inibire il calcolo automatico inserire nella funzione Gestione voci  con il bottone Nuove voci  la voce CLI  indicando nel campo importo il contributo di licenziamento voluto.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Devo trattenere ogni mese 1/5 dello stipendio a un lavoratore. Come faccio ?
A.

Entrare nella sezione Prestiti/Cessioni della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Entrare nella sezione Cessioni.
Compilare i dati :
Priorità                                  ordine di elaborazione in presenza di più cessioni
Importo totale                       importo della cessione da restituire.
Divisore                                  inserire i valori 05 (cessione un/quinto), 08 (cessione un/ottavo) 10
(cessione un/decimo) ecc…
Importo rata                          valorizzare con l’importo della rata, se la trattenuta ha un importo
sempre fisso mensile (in questo caso non compilare il campo Divisore).
Importo residuo                    inserire l’importo residuo della cessione ancora da trattenere.
Voce                                       inserire il codice voce che identifica la cessione.
Includi                                    spuntare le opzioni per includere la trattenuta anche nel
cedolino di 13ma/14ma.
Base di calcolo                       spuntare le opzioni:
– netto             per eseguire il calcolo del quinto/ottavo/decimo ecc. sul
netto del cedolino.
– residuo         per eseguire il calcolo del quinto/ottavo/decimo ecc. sul
netto residuo decurtato della prima cessione (in
presenza di più cessioni).
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura con la funzione di Calcolo Ordinario provvede a generare la voce indicata con l’importo della cessione da trattenere.

Q?Per un Co.co.co con compensi saltuari voglio effettuare un conguaglio fiscale nel mese di dicembre. Come faccio ?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 002 con descrizione Compenso.
Inserire il valore ‘0’ nei campi indicati come Ore e Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a eseguire il conguaglio fiscale.

Q?Devo recuperare il contributo addizionale 1,40% per passaggio di rapporto di lavoro da determinato a indeterminato con sgravio contributivo triennale e/o biennale. Come faccio ?
A.

Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto Determinato a Indeterminato nel campo indicato come Data trasformazione nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Scegliere la dicitura Tempo Indet. nel campo indicato come Tempo determinato.
Variare, se necessario, il campo indicato come Part-time e agevolazioni scegliendo un codice associato a un rapporto di lavoro indeterminato.
Spuntare l’opzione del campo indicato come Legge 190/2014.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto Determinato a Indeterminato nel campo indicato come Variazione Det. ad Ind nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Togliere eventuali codici presenti nel campo indicato come Tipo contribuzione associato al rapporto di lavoro determinato.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
La procedura esegue automaticamente il conteggio contributivo per il rapporto a tempo determinato e lo sgravio totale per il rapporto a tempo indeterminato e la restituzione del contributo addizionale 1,40% trattenuto nel periodo coperto da rapporto di lavoro determinato.
Il codice di restituzione in Uniemens viene indicato il mese successivo.
L’Uniemens è poi gestito automaticamente.

 

Q?Devo recuperare il contributo addizionale 1,40% per passaggio di rapporto di lavoro da determinato a indeterminato. Come faccio ?
A.

Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire la data di passaggio da rapporto Determinato a Indeterminato nel campo indicato come Data trasformazione nel formato giorno, mese, secolo e anno.
Scegliere la dicitura Tempo Indet. nel campo indicato come Tempo determinato.
Variare, se necessario, il campo indicato come Part-time e agevolazioni scegliendo un codice associato a un rapporto di lavoro indeterminato.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Togliere eventuali codici presenti nel campo indicato come Tipo contribuzione associato al rapporto di lavoro determinato.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
La procedura esegue automaticamente il conteggio e la restituzione del contributo addizionale 1,40% trattenuto nel periodo coperto da rapporto di lavoro determinato.
Il codice di restituzione in Uniemens viene indicato il mese successivo.

Q?Devo trattenere ogni mese la rata di un prestito sottoscritto dal lavoratore. Come faccio ?
A.

Entrare nella sezione Prestiti della funzione Anagrafica dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Inserire  l’importo totale del prestito nel campo indicato come Importo totale.
Inserire il numero di rate (max 99) nel campo indicato come Nrate.
Inserire  l’importo della rata nel campo indicato come Importo rata.
Inserire  l’importo totale del prestito nel campo indicato come Importo rata.
Spuntare l’opzione campo 13ma/14ma  per includere la rata anche nel cedolino di tredicesima e/o quattordicesima.
Inserire  il codice voce da utilizzare per la trattenuta del prestito nel campo indicato come Voce.
Confermare con bottone Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo assumere un lavoratore a tempo indeterminato con esonero contributivo totale (Legge 190/2014). Come faccio ?
A.

Caricare i dati anagrafici del lavoratore come di consueto.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Legge 190/2014 a lato del paragrafo Esonero Contributivo.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
La procedura con la funzione di Calcolo Ordinario provvede a generare in automatico la voce ATI con l’importo dello sgravio contributivo e la voce ATP con l’importo della differenza a credito da utilizzare per i mesi successivi.
In Uniemens viene inserito il valore TRIE e il codice L444 per l’esonero contributivo e il codice L700 per la differenza ad arrivare al limite massimo mensile.

Q?Devo gestire un dipendente interinale. Come faccio ?
A.

Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Inserire il numero dei dipendenti interinale nel campo indicato come N.dipendenti interinali.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nel campo indicato come Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nel campo indicato come  Tipo lavoratore inserire il valore  ‘99
Nel campo indicato come  Tipo contribuzione  inserire il valore  ‘83’ per lavoratori interinali a tempo determinato.
Nel campo indicato come  Tipo contribuzione  inserire il valore  ‘97’ per lavoratori interinali a tempo indeterminato.
Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire ‘S socio’ nel campo indicato come  Rapporto d’impiego.
Inserire ‘Interinale’ nella descrizione del campo indicato come Livello.
Spuntare  ‘Non soggetto’ nel campo indicato come Detrazioni.
Inserire il codice ‘990’ nel campo indicato come Orario di lavoro.
Nella sottosezione  Note cedolino nel campo indicato come Descrizioni Fisse inserire la ragione sociale della ditta fornitrice.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi indicati come Settimane Intere Inps e Giorni Lav.

Q?Devo pagare il preavviso esente a un dipendente cessato. Come faccio ?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “976″.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 976,  Indenn.sostitutiva preavviso esente.
Inserire l’importo lordo del preavviso nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Devo pagare il preavviso soggetto a un dipendente cessato. Come faccio ?
A.

R – La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “975″.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 975,  Indenn.sostitutiva preavviso.
Inserire l’importo lordo del preavviso nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Caricare il numero di  settimane  del preavviso nel campo indicato come Nsettimane.
Caricare il giorno di inizio e di fine del preavviso nel campo indicato come Data inizio/fine.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.

Q?Nel calcolo del cedolino di un cessato la procedura calcola in automatico i ratei da erogare. Come faccio a inibire l’automatismo?
A.

Entrare nella funzione Gestione Voci  seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Inserire le voci generate in automatico dalla procedura di cui si vuole inibire l’automatismo.
Inserire il valore zero ai campi Ore ed Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Ho riassunto un dipendente cessato in corso d’anno nella medesima azienda. Come faccio a conguagliarlo?
A.

La procedura prevede la gestione automatica dell’inserimento dei dati in Cud Altri.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti e consultare il dipendente cessato precedentemente.
Procedere all’inserimento della nuova anagrafica con il bottone Duplica .
Variare eventuali dati della nuova anagrafica.
Confermare comunque con bottone Varia  per aggiornare il codice fiscale e concludere l’operazione.
Alla domanda Conguaglia con matricola cessata confermare con bottone Esegui.
La procedura genera nella funzione Cud Altri  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti i dati di conguaglio della precedente matricola cessata.

Q?Devo eliminare un dipendente elaborato in prova. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino ed eliminare il cedolino di prova.
Entrare nella funzione Gestione Voci  seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino ed eliminare le voci inserite.
Entrare nella funzione Gestione Calendario  seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario ed eliminare il calendario generato.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti ed eliminare il dipendente.

Q?Vorrei inserire le voci di iscrizione ai fondi complementari conto dip e conto ditta. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce F25,  per la quota di iscrizione conto dipendente, inserendo l’importo della quota di iscrizione nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce F27,  per la quota di iscrizione conto ditta, inserendo l’importo della quota di iscrizione nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo inibire per un dipendente l’applicazione della detassazione per incremento di produttività. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come  No Detassazione straordinari.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Voglio liquidare Tfr e ratei spostati al mese successivo. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Calcolo Immediato del paragrafo indicato come Liquidazione Tfr.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Voglio spostare la liquidazione Tfr e ratei al mese successivo. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Calcolo mese successivo (anche ratei) del paragrafo indicato come Liquidazione Tfr.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo inibire la trattenuta Inail di 1/3 a un collaboratore a progetto con compensi nel rispetto del minimale e massimale. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Inail della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Caricare il codice Inail associato al lavoratore.
Entrare nella sezione Parametri della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Togliere la spunta al campo indicato come Trattenuta Inail.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo gestire l’Inail di un collaboratore a progetto con compensi nel rispetto del minimale e massimale. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Inail della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Caricare il codice Inail associato al lavoratore.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo elaborare un socio/amministratore con valore convenzionale. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati anagrafici come dipendente normale con queste particolarità:
– Inserire il rapporto d’impiego S Socio.
– Nel campo Liquidazione Tfr spuntare l’opzione Non calcolare.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati mensili come dipendente normale con queste particolarità:
– Nel campo Rapporto d’impiego inserire S Socio.
– Nel campo Detrazioni spuntare l’opzione Non soggetto.
– Inserire nel campo Orario di lavoro il codice 990 (no calendario).
– Nel campo indicato come Cassa Edile del paragrafo Riferimenti automatismi (vedi funzioni  specifiche) inserire il codice 9.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sottosezione Elementi retributivi della sezione Parametri mensili della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire nel campo El.retributivo 14 il valore del compenso convenzionale.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Inail della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Caricare il codice Inail associato al lavoratore.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Ditte
Entrare nella funzione Inail  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Nella PAT associata al socio lavoratore inserire il numero dei soci nel campo indicato come N.Soci
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Dipendenti
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi Settimane intere Inps e Giorni lav.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Inserire la voce 001 e inserire nel campo Ore il valore 1,00.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Eseguire la funzione di Calcolo Ordinario seguendo il percorso Paghe>>Cedolino.
Il netto sarà uguale a ‘0’ e il libro unico va numerato.

Q?Devo variare i dati delle detrazioni per avere il conguaglio corretto. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Riepilogo della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Accedere alla sotto-sezione Detrazioni ed apportare le variazioni.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo riottenere il file di un dipendente per rinvio all’Inps dei dati corretti uniemens ed eliminare i precedenti. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Uniemens Dipendenti della funzione Uniemens seguendo il percorso Chiusure Mensili>>Inps.
Impostare il campo indicato come Anno e quello indicato come mese per la ricerca dei movimenti storici.
Nel campo indicato come Tipo operazione spuntare l’opzione Elimina e Crea.
Spuntare il dipendente da rielaborare per il rinvio.
Cliccare il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Devo riottenere il file di un solo dipendente per rinvio all’Inps dei dati uniemens corretti. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Uniemens Dipendenti della funzione Uniemens seguendo il percorso Chiusure Mensili>>Inps.
Impostare il campo indicato come Anno e quello indicato come mese per la ricerca dei movimenti storici.
Nel campo indicato come Tipo operazione spuntare l’opzione Crea.
Spuntare il dipendente da rielaborare per il rinvio.
Cliccare il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Ho eliminato il cedolino di tredicesima, ma quando eseguo il calcolo ordinario degli stipendi mi riporta l’acconto del netto 13ma. Perchè?
A.

Il cedolino di 13ma è  elaborato nella funzione Calcolo.Mens.Agg. seguendo il percorso Paghe>>cedolino.
In questa fase la procedura salva il netto della 13ma nel campo indicato come Mens.Aggiuntiva presente nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Eliminando il cedolino di 13ma, non viene azzerato il campo Mens.Aggiuntiva della sezione Altri Dati.
Si deve quindi entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti e azzerare il campo indicato come Mens.Aggiuntiva.
Successivamente rielaborare il cedolino degli stipendi.

Q?Devo inibire per un mese la maturazione dei ratei ferie/rol/13ma. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Contratti Consulente della funzione Ferie-Perm seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Verificare nel campo indicato come Assenze che non generano maturazione che sia presente il codice di assenza 7.
Se assente provvedere ad inserirlo e cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Ratei della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Verificare  che sotto il bottone Assenze sia presente il codice 7.
Se assente provvedere ad inserirlo e cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Se presente il codice  7 in entrambi i casi  entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Nel campo indicato come Assenza scegliere il codice 7.
Cliccare il trattamento Varia  per concludere l’operazione.
La procedura in presenza del codice di assenza 7 non farà maturare i ratei di ferie/rol e 13ma.

Q?Vorrei inibire sempre la maturazione ferie/rol a un dipendente. Come faccio?
A.

Entrare nella sotto-sezione Ferie/Permessi  della sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Eseguire doppio click sul campo indicato come Trattamento particolare.
Scegliere il codice associato alla descrizione Non Matura.
Cliccare il trattamento Varia per confermare l’operazione.

Q?Devo correggere l’indirizzo del dipendente nel modello Cud.. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Cercare la versione riferita all’anno del modello Cud.
Correggere l’indirizzo del dipendente e cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La correzione ha effetto sulla versione aggiornata dell’anagrafica dipendenti e sul  modello Cud.

Q?Devo correggere il codice fiscale del dipendente nel modello Cud.. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Correggere il codice fiscale del dipendente nella versione proposta dalla procedura.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La correzione ha effetto su tutte le versioni dell’anagrafica dipendenti e sul  modello Cud.

Q?Devo recuperare l’importo di un fondo complementare chiuso/aperto. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare le voci come indicato in tabella:

Casistica Tipo voce Codice voce Ore Importo MmRif.
Arr.Ditta Cambia segno XXX voce   del fondo 0 Rec.calcolato Mese   prec.all’elaborazione
Arr. Graranzia Cambia segno P12 e P14 0 Rec.calcolato Mese   prec.all’elaborazione
Arr. Dipendente Cambia segno XXX voce   c/dip 0 Rec.calcolato Mese   prec.all’elaborazione

Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo caricare l’arretrato di un fondo complementare chiuso/aperto. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare le voci come indicato in tabella:

Casistica Tipo voce Codice voce Ore Importo MmRif.
Arr.Ditta Arretrato XXX voce   del fondo 0 Arr.calcolato Mese prec.all’elaborazione
Arr. Graranzia Arretrato P12 e P14 0 Arr.calcolato Mese   prec.all’elaborazione
Arr. Dipendente Arretrato XXX voce   c/dip 0 Arr.calcolato Mese prec.all’elaborazione

Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Vorrei gestire la banca ore a un dipendente. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci particolari e accantonare i dati della banca ore nel campo indicato come  Permessi straord. presente nella sotto-sezione Ferie/Permessi  della sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Nel campo indicato come Gius inserire il giustificativo BHM  per maturare la banca ore.
Nel campo indicato come Gius inserire il giustificativo BHG  per usufruire della banca ore.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci  le voci della banca ore da maturare/usufruire.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede ad aggiornare la spettanza e il goduto della banca ore nel campo indicato come  Permessi straord. presente nella sotto-sezione Ferie/Permessi  della sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.

Q?Devo inserire la trattenuta pensione al lavoratore. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite il codice voce  ‘955’.
Entrare nella sotto-sezione Elementi retributivi della sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso Codifiche>>Dipendenti.
Nel campo indicato come Tratt.pens. inserire l’importo giornaliero della trattenuta pensione.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
E’ presente il campo indicato come Tratt.pens.
La procedura trovando questo campo vuoto calcola la trattenuta pensione per 26 giorni.
Per forzare i giorni di trattenuta pensione inserire il numero dei giorni da trattenere in questo campo.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a generare in automatico la voce 955 con l’importo calcolato in funzione dei giorni presenti nel campo Tratt.pens.

Q?Devo applicare il beneficio per il reimpiego di lavoratori licenziati (piccola mobilità). Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite il codice voce ‘CRL’.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  CRL  con descrizione Beneficio reimp.licenziati.
Inserire l’importo del beneficio pari a 190 euro mensili.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
Per erogare gli arretrati cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  CRL  con descrizione Beneficio reimp.licenziati.
Scegliere arretrato  nel campo  indicato come Tipo Voce.
Inserire l’importo del beneficio arretrato.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
Per restituire gli importi all’Inps cliccare il trattamento Nuove voci ed aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  CRL  con descrizione Beneficio reimp.licenziati.
Scegliere cambia segno  nel campo  indicato come Tipo Voce.
Inserire l’importo del beneficio da restituire.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a recuperare l’incentivo dalla contribuzione intera dovuta dal datore di lavoro.
Inoltre  nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per questi dipendenti,  la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Devo applicare l’incentivo per assunzione di lavoratori beneficiari di ASpI. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite il codice voce ‘ASP’.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  ASP  con descrizione  Incentivo ASpI.
Inserire l’importo dell’incentivo ASpI pari al 50% dell’indennità residua ASpI.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
Per erogare gli arretrati cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  ASP  con descrizione  Incentivo ASpI.
Scegliere arretrato  nel campo  indicato come Tipo Voce.
Inserire l’importo dell’incentivo ASpI arretrato.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
Per restituire gli importi all’Inps cliccare il trattamento Nuove voci ed aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce  ASP   con descrizione  Incentivo ASpI.
Scegliere cambia segno  nel campo  indicato come Tipo Voce.
Inserire l’importo dell’incentivo ASpI da restituire.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a recuperare l’incentivo dalla contribuzione intera dovuta dal datore di lavoro.
Inoltre  nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per questi dipendenti,  la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Come viene calcolato il reddito di riferimento per il calcolo delle detrazioni e del bonus di 80 euro?
A.

La procedura per trovare l’importo del reddito di riferimento esposto con la voce N09 procede in questo modo:
– prende l’imponibile irpef del mese di competenza e  somma  l’eventuale imponibile generato dalla detassazione.
– il risultato viene moltiplicato per il numero dei mesi residui per arrivare a 12, aggiungendo 1 o 2 mesi  di 13ma/14ma.
– somma l’imponibile Irpef dei mesi precedenti.
– da ultimo toglie l’imponibile della detassazione del mese di competenza sommato in precedenza.
– per il calcolo delle detrazioni viene sommato l’eventuale importo presente nella sezione Altri dati dell’anagrafica dipendenti indicato come Altre detrazioni: redditi
aggiuntivi
. Non somma l’importo presente nella sezione Altri dati dell’anagrafica dipendenti  indicato come Bonus: altri redditi.
– per il calcolo del Bonus di 80 euro viene sommato l’eventuale importo presente nella sezione Altri   dati dell’anagrafica dipendenti indicato come Altre detrazioni: redditi aggiuntivi e l’importo presente nella sezione Altri dati dell’anagrafica dipendenti  indicato come Bonus: altri redditi.

Q?Posso esportare il calendario anche se non ho chiuso il mese? E per i nuovi assunti che inserirò come faccio ad esportarli successivamente?
A.

Si. E’ possibile esportare il calendario del mese successivo anche se non è stato fatto il cambio mese.
Dopo aver eseguito il cambio mese inserire le anagrafiche dei dipendenti nuovi assunti.
Per esportare il loro calendario entrare nella funzione Import/Export e spuntare il tipo operazione Esportazione.
Spuntare il campo indicato come solo assunti del mese.
Spuntare le ditte di cui si vuole il calendario per i soli nuovi assunti.
Cliccare il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Devo elaborare il cedolino degli Eredi di un lavoratore deceduto. Come faccio?
A.

La procedura esegue automaticamente l’elaborazione del cedolino degli eredi sulla base di quello del deceduto seguendo questa operatività:
– Elaborare il cedolino del dipendente deceduto come da domanda Devo elaborare il cedolino di un
lavoratore deceduto
– Caricare le anagrafiche di tutti gli eredi (con numero matricola alti) indicando la data assunzione,
la data cessazione, il  rapporto impiego e livello uguali al lavoratore deceduto.
Nel campo indicato come Liquidazione Tfr spuntare Non calcolare.
Nel campo indicato come Riferimenti deceduto/erede/sommerso scegliere come tipo dicitura
Erede.
Nel campo indicato come Riferimenti deceduto/erede/sommerso indicare come matricola quella
del lavoratore deceduto,
come Aliq.per erede la percentuale di suddivisione in capo agli eredi.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Nella sezione Altri dati nel campo indicato come Altri dati Tipo lavoratore inserire ‘99’.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Nella sezione Parametri Mensili inserire Rapporto Impiego e Livello uguali a quelli del
lavoratore deceduto.
Nel campo Detrazioni spuntare Non soggetto.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Nella sezione Ferie/Permessi inserire nel campo Trattamento particolare un codice per non  maturazione ferie.
– Entrare nella funzione Gestione Voci seguendo il percorso Paghe>>Cedolino e a lato del bottone
Genera automatismi erede inserire il mese (da… a….) riferiti ai cedolini elaborati del deceduto
dalla data del decesso (es. se elaborato due cedolini per il deceduto uno a marzo e il secondo per il
tfr ad aprile inserire da ‘03’ a ‘04’. Se elaborato solo un cedolino a marzo comprensivo di tutte le
competenze/trattenute inserire da ‘03’ a ‘03’).
– Confermare con bottone Genera automatismi erede per concludere l’operazione ed ottenere le
voci di competenza/trattenuta per l’erede, suddivise in percentuale caricata sull’anagrafica
dell’erede.
Elenco delle voci generabili:
806   Competenze eredi (sommatoria in % eredi di tutte le voci soggette a fiscale del lavoratore
           deceduto)
976   Ind.preavviso esente (importo in % eredi della voce 975 del deceduto al netto della ritenuta
           inps)
980   Tr.di fine rapporto (importo in % eredi della voce 980 del deceduto)
904   Imponibile fiscale 1012 (importo in % eredi del campo Impon.netto del riepilogo Tfr o
           Anticipazioni)
905   Riduzione impon.Tfr (importo in % eredi del campo Riduzioni del riepilogo Tfr o
           Anticipazioni)
986   Irpef sul Tfr (importo in % eredi del campo Irpef trattenuta del riepilogo Tfr o
           Anticipazioni)
A08  Rimb.Irpef 1001 (importo in % eredi del campo Irpef a credito del riepilogo Conguaglio
           Irpef)
A09  Saldo addiz.regionale ac (importo in % eredi della voce A09 del deceduto)
A19  Saldo addiz.comunale ac (importo in % eredi della voce A19 del deceduto)
A13  Addiz.regionale ap (importo in % eredi della voce A13 del deceduto)
A14  Addiz.comunale ap (importo in % eredi della voce A14 del deceduto)
A19  Tr.di fine rapporto sommatoria in % eredi di tutte le voci soggette a fiscale del lavoratore
           deceduto)
F10  Tesoreria Inps (importo in % eredi della voce F10 del deceduto)
P10  Rec.tesoreria Ant. (importo in % eredi della voce P10 del deceduto)
P13  Rec.f.do Tesoreria(importo in % eredi della voce P13 del deceduto)
P15  Rec.f.do Tesoreria(importo in % eredi della voce P15 del deceduto)
R02  Rivalut.Istat (importo in % eredi della voce R02 del deceduto)
R03  Imposta su rival. (importo in % eredi della voce R03 del deceduto)
R04  Rivalut.Istat tes. (importo in % eredi della voce R04 del deceduto)
R05  Imposta su rival.tes (importo in % eredi della voce R05 del deceduto)
R07  Rival.netta dal 2001 (importo in % eredi della voce R07 del deceduto)
R06  Deduz.imponib.1012 (importo in % eredi della voce R06 del deceduto se tempo
          determinato))
R08  Deduz.imponib.1012 (importo in % eredi della voce R08 del deceduto)
– Passare alla funzione Calcolo Ordinario.
– Dopo l’elaborazione di calcolo ordinario, verificare che non siano presenti voci richiamate che
possono modificare l’assoggettamento Inps/Irpef. In questo caso sostituire la voce richiamante con
altra voce senza richiamo.

Q?Devo elaborare il cedolino di un lavoratore deceduto. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù
Codifiche >> Dipendenti.
Inserire la data di decesso nel campo indicato come Data cessazione.
Eseguire doppio click nel campo indicato come Tipo cess e scegliere il codice ‘4’ per il motivo della cessazione.
Nel campo indicato come  Liquidazione Tfr  spuntare Calcolo immediato  
Nel campo indicato come Riferimenti deceduto/erede/sommerso scegliere come tipo dicitura ‘Deceduto’.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Provvedere a inserire le voci  di presenza  del mese nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Devono essere presenti anche le voci:
–  975   Indennità di preavviso
–  voci   di liquidazione Tfr (generate dalla procedura in automatico)
–  voci  di ratei ferie/rol e altre mensilità.
Passare alla funzione Calcolo Ordinario.
La procedura calcolerà il cedolino con netto = ‘0’ perché le competenze e gli oneri fiscali saranno in capo agli eredi.

Q?Ho stampato i cedolini finali, poi ho rifatto un dipendente. Voglio stampare Lul ma la procedura mi segnala che non posso eseguire l’operazione. Perché?
A.

Quando si è eseguito la stampa dei cedolini finali la procedura nella sezione Stampe  della funzione Calcolo Ordinario inserisce la dicitura ‘Stampato’ nel campo indicato come Stato.  Quando richiedo la stampa del Lul con attribuzione/mantenimento numerazione la procedura controlla il campo Stato e se risultano tutti  ‘Stampato’  permette l’operazione di stampa del libro unico.
Il rifacimento del dipendente ha modificato il campo Stato da ‘Stampato’ a ‘Elaborato’ perciò non trovando tutti i dipendenti  ‘Stampati’ la procedura  non  può eseguire la stampa del  Lul.
Rieseguire la stampa dei cedolini finali per il lavoratore in rifacimento e proseguire poi con la stampa del Lul.

Q?Vorrei ottenere i dati in Excel dei dipendenti, sia anagrafici che storici o altro. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Down Up seguendo il percorso di menù Servizi.
Tra l’elenco delle richieste, in ordine alfabetico, cercare quella che corrisponde alla ricerca desiderata.
Cliccare sulla richiesta e impostare i dati impostati sotto il campo indicato come Variabili di lancio.
Cliccare il trattamento Esegui per concludere l’operazione.

Q?Quando eseguo l’importazione del file per aggiornare le presenze nel calendario mi segnala errore. Come posso risolverlo?
A.

Verificare che l’estensione del file che devo importare sia presente e corrisponda a  .XLS
In questo caso rinominare il file con estensione .XLS ed eseguire nuovamente l’importazione del file.

Q?Ho assunto un dipendente dopo il 15 del mese e/o licenziato un dipendente prima del 15 del mese. Come faccio ad accantonare comunque la retribuzione per il Tfr?.
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 941 inserendo l’importo che si vuole accantonare al Tfr  nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario sommerà  l’importo nelle retribuzioni utili al Tfr.

Q?Vorrei trattenere ogni mese sul cedolino e in Dm10 il contributo ASCOM/COVELCO. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Inps della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >>Ditte .
Aprire tendina in corrispondenza del campo indicato come Unione Industriali.
Scegliere il codice  associato alla trattenuta dell’ente e/o Enti.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario genera le voci  del contributo a carico dipendente e ditta.

Q?Ho assunto un dipendente a metà mese. Come mai non trovo la trattenuta al Fondo Est e/o San.Arti?
A.

La normativa riguardo al versamento dei contributi al Fondo Est/San.Arti prevede che la trattenuta venga effettuata anche nel mese di assunzione solo se il lavoratore è assunto il primo giorno del mese. In caso contrario la trattenuta parte dal mese successivo alla data di assunzione.
La procedura gestisce questa normativa inserendo nella funzione Automatismi il controllo sul giorno di assunzione.
Alle voci di trattenuta del Fondo Est (B23-P23) e/o San.Arti (P42) è associata questa condizione: giorno assunzione = ‘01’

Q?Un dipendente mi chiede di accreditare al coniuge l’assegno nucleo familiare. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Devono essere presenti i valori del paragrafo Assegni familiari riferiti al nucleo familiare del lavoratore. In mancanza inserirli.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù  Codifiche >> Dipendenti.
Nel campo indicato come Altri riferimenti bancari cliccare il trattamento mostra.
Inserire il codice Iban del coniuge nel campo indicato come Assegni familiari.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario accrediterà sul conto corrente del coniuge   l’importo dell’assegno nucleo familiare calcolato nel cedolino del dipendente.

Q?Vorrei recuperare i contributi versati all’Inps per le ferie non godute. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce F90  inserendo nel campo indicato come  Importo l’importo assoggettato a contribuzione e di cui si richiede il rimborso.
Inserire nel campo MMRif il mese in cui sono stati pagati all’Inps i contributi per le ferie non godute.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario recupererà l’importo di  contribuzione anticipato per le ferie non godute.

Q?Vorrei versare all’Inps i contributi per le ferie non godute. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce F97  inserendo  le ore/giorni di ferie non godute  nel campo indicato come Ore.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario assoggetterà a contribuzione l’importo ottenuto dalla formula di calcolo della voce F97.

Q?Devo applicare l’incentivo per l’assunzione di lavoratori Over 50 e donne prive di impiego da almeno 24 mesi. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti .
Nel campo indicato come Tipo contribuzione  inserire il valore ‘55’ (Lav.over 50 lex 92/2012).
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Parametri Mensili della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti .
Nel campo indicato come Part-time e agevolazioni   inserire il valore ‘T’ per Lav.over 50 lex 92/2012 full time;
oppure inserire il valore ‘U’ per Lav.over 50 lex 92/2012 part-time.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a recuperare il 50% della contribuzione intera dovuta dal datore di lavoro. Inoltre  nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per questi dipendenti,  la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Devo applicare l’incentivo per assunzione a tempo indeterminato di giovani under30. Come faccio?
A.

– La procedura prevede di risolvere la problematica tramite voci particolari.
Entrare nella sezione Altri Dati(2) della funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti .
Nel campo indicato come Tipo dati Generale scegliere Incentivo < 30 e inserire il valore ‘1’.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione .
Ci sono due possibilità:
– impostare i parametri nella funzione Automatismi fissi caricando la voce U30,  inserendo ‘1’ nelle ore con la condizione che  il valore in Altri Dati(2) deve essere = ‘ 1’
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario genererà la voce U30 per applicare l’incentivo.
– gestire manualmente la voce dell’incentivo:
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce U30  inserendo  ‘1’  nel campo indicato come Ore.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per questi dipendenti,  la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Devo applicare l’incentivo per assunzione a tempo indeterminato di giovani genitori. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “926″.
Elaborare il cedolino del lavoratore e trovare il contributo Inps a debito relativo al dipendente agevolato.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 926 come indicato in tabella:

Casistica Tipo voce Codice voce Ore Importo
Arretrati Cambio segno 926 49 Valore del contributo da recuperare
Mese corrente Cambio segno 926 48 Valore del contributo da recuperare
Restituzione MM corr. 926 31 Valore del contributo da restituire

Come è evidente il valore discriminante gli arretrati dal mese corrente è Ore.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per questi dipendenti,  la codifica indicata dalla normativa Inps.

Q?Devo elaborare un congedo parentale. Come faccio?
A.

Entrare  nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Nel campo indicato come Gius inserire, per i giorni di congedo parentale, il giustificativo riferito al congedo parentale da  trattare
(MA3-MA4-MA5-MA6-MAC-BA2-BA3-BA4-BA5) e caricare le relative ore.
Cliccare il trattamento Genera Voci per ottenere le voci nella funzione Gestione Voci  seguendo il percorso di menù  Paghe>>Cedolino.
La procedura  genera nella sezione Malattia le date riferite al periodo del congedo parentale e il codice di evento del congedo.
Genera le ore/gg associate alle voci riferite al congedo indicando nel campo indicato come Sett1/Sett2 le settimane utili al flusso uniemens.
Toglie dal campo indicato come Giorni lav il numero dei giorni riferiti al congedo parentale.
Nell’operazione di calcolo ordinario genera l’importo della differenza di accredito per il flusso uniemens.

Q?Devo versare la seconda/terza rata del premio Inail rateale. Cosa devo fare?
A.

Verificare dapprima di aver eseguito il tipo operazione Chiusura dichiarazione e aggiorna ditte nella funzione Autoliquidazione seguendo il percorso di menu Dichiarazioni >>Inail>>Ssaa.
Quindi entrare nella funzione Autoliquidazione seguendo il percorso di menu Dichiarazioni >>Inail>>Ssaa.
Spuntare il tipo operazione Rateazione.
Spuntare le opzioni indicate come Stampa di dettaglio e F24.
Scegliere la rata di cui si desidera ottenere l’importo del premio rateale fra 2a – 3a  – 4a rata.
Spuntare le ditte da trattare per la stampa di dettaglio e mod.F24.
Cliccare il trattamento Elabora per confermare l’operazione.
Alla richiesta di Vuoi passare alla gestione F24?  rispondere SI ed eseguire l’importazione e stampa del mod.F24 sezione Inail.

Q?Devo fare un cedolino a un cessato e liquidato nell’anno precedente. Cosa metto nella liquidazione Tfr?
A.

Per elaborare un cedolino di un dipendente cessato entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Cessati.
Trovare il dipendente e spuntare  non calcolare nel campo indicato come Liquidazione Tfr.
Ci sono due possibilità:
– Il cedolino non accantona nessuna retribuzione del Tfr:  elaboro il cedolino e chiudo.
– Il cedolino accantona il Tfr nel nuovo anno:  è necessario liquidare il nuovo Tfr .
Per l’operatività vedere la domanda Devo erogare al   lavoratore l’Integrazione  del Tfr .

Q?Vorrei sapere l’operatività per gestire la Cig ordinaria, straordinaria, meteo.
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
Scegliere tra i possibili eventi Cig:

  • Ottenimento file . CSV

Per l’invio di richiesta Cig l’Inps richiede un file formato .Csv
Entrare nella funzione Beneficiari CIG seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Si visualizza la descrizione operativa per l’ottenimento del file .CSV
Impostare il mese/anno nel campo Mese e anno di elaborazione riferiti al mese in cui si richiede l’evento di Cig.
Confermare con bottone Genera file per concludere l’operazione.
Al termine la procedura propone di salvare un file in formato .CSV
Salvarlo e aprirlo come un file Excel per visualizzare e/o apportare modifiche.
Importante salvarlo sempre in formato .CSV

  • Cig con ticket

Dopo l’inoltro della richiesta Cig l’Inps assegna un codice Ticket da associare ai dipendenti interessati alla Cig per l’invio delle ore richieste in modalità Uniemens.
Entrare nella funzione Gestione autoriz.cig seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare l’opzione del campo indicato come Ticket.
Inserire l’anno di riferimento Cig nel campo indicato come Anno.
Nel campo indicato come Numero richiesta cliccare il trattamento Nuova per aprire la modalità di inserimento dei dati.
Nella nuova finestra di dialogo compilare i dati richiesti: anno, N.ticket, periodo e numero ore richieste.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Ottieni dati dipendente per visualizzare i dipendenti interessati all’evento Cig.
Se la richiesta ticket interessa tutti i dipendenti si può chiudere e passare al punto a).
Se sono interessati solo alcuni dipendenti cliccare sul primo quadratino in alto con la spunta per pulire i contrassegni ai dipendenti e spuntare solo i dipendenti interessati alla Cig.
Si può chiudere e passare al punto a).

  1. a) Entrare nella funzione ‘Gestione Calendario’ seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.

Dopo aver generato il calendario, portarsi nella colonna del campo indicato come ‘Gius’.
Scegliere tra i giustificativi associati all’anticipo/evidenza Cig quello che identifica l’evento da trattare.
Inserire le ore di assenza dell’evento nei giorni di calendario in cui si verifica l’evento.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci dell’evento Cig.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per i dipendenti selezionati, le ore di richiesta Cig associate al codice ticket rilasciato dall’Inps.

  • Cig con ticket autorizzata

L’Inps dopo aver approvato l’evento di Cig invia l’autorizzazione per il recupero dell’evento in Dm10.
Entrare nella funzione Gestione autoriz.cig seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare l’opzione del campo indicato come Autorizzazione.
Inserire l’anno di riferimento Cig nel campo indicato come Anno.
Nel campo indicato come Numero autorizzazione cliccare il trattamento Nuova per aprire la modalità di inserimento dei dati.
Nella nuova finestra di dialogo compilare i dati richiesti anno, N.autorizzazione, periodo, numero ore autorizzate e la tipologia Cig autorizzata.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Ottieni dati dipendente per visualizzare i dipendenti gestiti nel mese di richiesta Cig.
Cliccare il trattamento Genera Tutto per generare nella funzione Gestione voci le voci di conguaglio Cig e storno dell’anticipo/evidenza Cig erogata.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per i dipendenti con conguaglio Cig, le ore autorizzate di Cig associate al  codice di autorizzazione rilasciato dall’Inps.

  • Cig senza ticket

Entrare nella funzione ‘Gestione Calendario’ seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.
Dopo aver generato il calendario, portarsi nella colonna del campo indicato come ‘Gius’.
Scegliere tra i giustificativi associati all’anticipo Cig quello che identifica l’evento da trattare.
Inserire le ore di assenza dell’evento nei giorni di calendario in cui si verifica l’evento.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di anticipo Cig.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà il codice evento nelle settimane con evento Cig e la differenza di accredito.

  • Autorizzazione Cig senza ticket

Entrare nella funzione Gestione autoriz.cig seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare l’opzione del campo indicato come Autorizzazione.
Inserire l’anno di riferimento Cig nel campo indicato come Anno.
Nel campo indicato come Numero autorizzazione cliccare il trattamento Nuova per aprire la modalità di inserimento dei dati che definiscono l’evento di Cig.
Nella nuova finestra di dialogo compilare i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Ottieni dati dipendente per visualizzare i dipendenti interessati all’evento Cig.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di conguaglio Cig e storno dell’anticipo Cig erogato.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per i dipendenti con conguaglio Cig, le ore autorizzate di Cig associate al codice di autorizzazione inserito.

  • Cig in Deroga

Entrare nella funzione ‘Gestione Calendario’ seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.
Dopo aver generato il calendario, portarsi nella colonna del campo indicato come ‘Gius’.
A questo punto scegliere tra i possibili eventi Cig deroga.

  • Cig deroga interamente a carico Inps

Scegliere il giustificativo indicato come ‘CDE’ o ‘CDN’ per trattare la Cig in deroga con o senza Tfr.
Inserire le ore di assenza dell’evento nei giorni di calendario in cui si verifica l’evento.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di Cig in deroga che sono in evidenza.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Elaborare il cedolino paga.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens produrrà nessun codice evento nelle settimane con evento Cig in deroga e nessun importo di differenza di accredito. Sarà l’Inps che gestirà questo periodo di Cig.

  • Cig deroga con anticipo ditta

Scegliere il giustificativo indicato come ‘C70’ o ‘C71’ per trattare la Cig in deroga con massimale < (inferiore) o > (superiore ).
Inserire le ore di assenza dell’evento nei giorni di calendario in cui si verifica l’evento.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di anticipo Cig in deroga.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà il codice evento nelle settimane con evento Cig e la differenza di accredito.

  • Autorizzazione Cig deroga con anticipo ditta

Entrare nella funzione Gestione autoriz.cig seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare l’opzione del campo indicato come Autorizzazione.
Inserire l’anno di riferimento Cig nel campo indicato come Anno.
Nel campo indicato come Numero autorizzazione cliccare il trattamento Nuova per aprire la modalità di inserimento dei dati che definiscono l’evento di Cig.
Nella nuova finestra di dialogo compilare i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Ottieni dati dipendente per visualizzare i dipendenti interessati all’evento Cig.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di conguaglio Cig e storno dell’anticipo Cig erogato.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per i dipendenti con conguaglio Cig, le ore autorizzate di Cig associate al codice di autorizzazione inserito.

  • Cig deroga a conguaglio

Scegliere il giustificativo indicato come ‘D96’ o ‘D98’ per trattare la Cig in deroga con massimale < (inferiore)  o > (superiore ).
Inserire le ore di assenza dell’evento nei giorni di calendario in cui si verifica l’evento.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di anticipo Cig in deroga.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà il codice evento nelle settimane con evento Cig e la differenza di accredito.

  • Autorizzazione Cig deroga a conguaglio

Entrare nella funzione Gestione autoriz.cig seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare l’opzione del campo indicato come Autorizzazione.
Inserire l’anno di riferimento Cig nel campo indicato come Anno.
Nel campo indicato come Numero autorizzazione cliccare il trattamento Nuova per aprire la modalità di inserimento dei dati che definiscono l’evento di Cig.
Nella nuova finestra di dialogo compilare i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Cliccare il trattamento Ottieni dati dipendente per visualizzare i dipendenti interessati all’evento Cig.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci le voci di conguaglio Cig e storno dell’anticipo Cig erogato.
Eseguire la funzione Calcolo ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
La procedura nella fase di ottenimento del flusso uniemens esporrà, per i dipendenti con conguaglio Cig, le ore autorizzate di Cig associate al codice di autorizzazione inserito.

   

Q?Voglio ottenere le stampe della situazione ferie. Cosa devo fare?
A.

Entrare nella funzione Elaborazioni Batch seguendo il percorso di menu Servizi >>Batch.
Nell’elenco Job cliccare Stampa prospetto situazione ferie.
Nell’elenco cod.Elaborazione cliccare sulla elaborazione desiderata.
Completare inserendo i codici e i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Voglio ottenere le stampe del Tfr. Cosa devo fare?
A.

Entrare nella funzione Elaborazioni Batch seguendo il percorso di menu Servizi >>Batch.
Nell’elenco Job cliccare Stampa situazione Tfr.
Nell’elenco cod.Elaborazione cliccare sulla elaborazione desiderata.
Completare inserendo i codici e i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Come è calcolata la retribuzione e il divisore giornaliero per gli eventi di malattia e maternità?
A.

Quando si esegue la generazione delle voci dalla funzione Gestione calendario, in presenza di eventi malattia o maternità, la procedura effettua il conteggio dell’evento utilizzando in automatico la retribuzione imponibile Inps e i giorni divisore  riferiti al mese precedente l’evento di malattia o maternità.
I giorni divisore sono i giorni caricati  nel campo indicato come ‘Giorni lavorati’ presenti nella funzione Storico cedolino seguendo il percorso di menù  Codifiche >> Dipendenti.
Per gli operai retribuiti a ore la cui prestazione è su 5 giorni viene considerata la sesta giornata moltiplicando i giorni retribuiti per il coefficiente 0,20.
E’ importante perciò impostare il campo indicato come ‘oraria’ o ‘mensile’ nella funzione Parametri  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte  per definire la gestione dei dipendenti come mensilizzati o orari.

Q?Come faccio a impostare nel cedolino gli importi relativi ai ‘Contributi versati a enti e casse aventi esclusivamente fini assistenziali‘ che dovranno essere inseriti nel modello Cud?
A.

La procedura prevede la compilazione automatica del campo indicato sul modello Cud come Contributi versati a enti e casse aventi esclusivemente fini assistenziali tramite le voci specifiche dedicate agli enti e fondi assistenziali.
Nella sezione Voci Cedolino seguendo il percorso Codifiche>>Contratti Utente>> le voci dei fondi sono identificate con il codice ‘2 fondi assistenziali x Cud’  inserito nel campo indicato come Mod 770/varie.
La procedura, nella funzione Calcolo Ordinario, provvede a gestire nel cedolino le voci associate ai fondi e ad archiviarle nello storico dei cedolini riportando gli importi a fine anno nel modello Cud .

Q?Devo inserire le addizionali regionali e comunali rateali in corso d’anno. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce A13  inserendo il codice regione nella parte intera del campo indicato come Ore e  il numero di rate da trattenere nella parte decimale sempre del campo indicato come Ore (es. 10,11 codice regione lombardia, 11 rate).
Inserire l’intero importo da trattenere nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce A14  inserendo  ‘0’  nel campo indicato come Ore.
Inserire l’intero importo da trattenere nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce A15  inserendo  ‘0’  nella parte intera del campo indicato come Ore e  il numero di rate da trattenere nella parte decimale sempre del campo indicato come Ore (es. 0,09   trattenere 9 rate).
Inserire l’intero importo da trattenere nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione
La procedura nella fase di calcolo del cedolino produrrà l’importo rateale della trattenuta addizionale regionale, comunale e acconto in funzione dell’importo e del numero di rate indicate.

Q?Devo pagare il primo compenso al collaboratore a giugno. Come faccio a gestire le addizionali regionali e comunali?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce A13  inserendo  il numero di rate da trattenere nel campo indicato come Ore.
Caricare la voce A15  inserendo  il numero di rate da trattenere nel campo indicato come Ore.
Per entrambe le voci inserire ‘0’ nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione
La procedura nella fase di calcolo del cedolino produrrà l’importo della trattenuta addizionale regionale, comunale e acconto in funzione dell’importo memorizzato a dicembre dell’anno precedente e al numero di rate indicate.

Q?Devo liquidare il Tfr il mese successivo alla data di cessazione. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire la data di cessazione nel campo indicato come Data cessazione.
Eseguire doppio click nel campo indicato come Tipo cess  per scegliere il motivo della cessazione.
Spuntare Calcolo mese successivo nel campo indicato come  Liquidazione Tfr.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Provvedere a inserire le voci  di presenza  del mese nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Passare alla funzione Calcolo Ordinario.

Q?Devo liquidare il Tfr a un dipendente. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire la data di cessazione nel campo indicato come Data cessazione.
Eseguire doppio click nel campo indicato come Tipo cess  per scegliere il motivo della cessazione.
Spuntare Calcolo immediato  nel campo indicato come  Liquidazione Tfr.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Provvedere a inserire le voci  di presenza  del mese nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >>Cedolino.
Passare alla funzione Calcolo Ordinario.
La procedura nella fase di calcolo del cedolino produrrà il prospetto di liquidazione del Tfr, il riepilogo contributi aggiuntivo Ivs e detrazioni fiscali applicate oltre al cedolino con le voci di liquidazione del Tfr.

Q?Devo erogare al lavoratore il Tfr in forma rateale. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
E’ necessario avere a disposizione l’importo del  Tfr da rateizzare. Per ottenerlo vedere la domanda ‘Devo liquidare il Tfr a un dipendente’.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 981,  Acconti Tfr.
Inserire l’importo lordo della prima rata  di acconto del Tfr  nel campo indicato come Importo.
L’importo delle rate successive deve comprendere anche le rate già corrisposte.
Caricare la voce R07,  Rivalutazione Netta dal 2001.
Suddividere l’importo della rivalutazione calcolata in numero rate da erogare.
L’importo della rivalutazione delle rate successive deve comprendere anche le rate già corrisposte.
Inserire l’importo della rivalutazione nel campo indicato come Importo.
La procedura ottiene la voce 986, imposta lorda sull’acconto Tfr, con la percentuale minima del 23,00%, considerando anche gli eventuali acconti/anticipazioni erogati negli anni precedenti.
A saldo del Tfr esegue il conguaglio dell’imposta a fronte degli importi trattenuti precedentemente.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura provvede, nella funzione Calcolo Ordinario, a conteggiare e inserire nel cedolino le voci associate al calcolo dell’acconto del TFR.

Q?Devo erogare al lavoratore l’Integrazione del Tfr e/o Incentivo all’Esodo. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
Questa problematica riguarda l’integrazione del Tfr e/o Incentivo all’Esodo
non elaborati con il Tfr.
Se elaborati con il Tfr non vanno inserite le voci 904 – 986 – 905 ma solo la voce 984.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 984,  Integrazione del TFR/Incentivo all’Esodo (verificare  la descrizione presente sulla voce )
Inserire l’importo lordo del l’integrazione Tfr  nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce 904,  Imponibile 1012.
Inserire il medesimo importo lordo della voce 984 nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce 986,  Irpef su Tfr.
Inserire l’aliquota utilizzata per il calcolo del Tfr nel campo indicato come Ore.
Inserire l’importo dell’Irpef  su Tfr  ottenuto dal calcolo Imponibile 1012 * aliquota Tfr  nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce 905,  Riduzione imponibile Tfr.
Inserire il valore ‘0’  nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura provvede, nella funzione Calcolo Ordinario, a conteggiare e inserire nel cedolino le voci associate al calcolo dell’integrazione del Tfr e/o incentivo all’Esodo.

Q?Devo gestire nel cedolino il Contributo di licenziamento. Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite il codice voce ‘CLI’.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce CLI,  contributo di licenziamento.
Inserire l’importo del contributo di licenziamento calcolato sul massimale Inps e in funzione dell’anzianità aziendale del lavoratore nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Devo gestire nel cedolino il Trattamento Fine Mandato (TFM) per un co.co.co Come faccio?
A.

La procedura prevede di gestire la problematica tramite voci specifiche.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce T01,  Trattamento Fine mandato.
Inserire l’importo lordo del TFM nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce T03,  Ritenuta inps fine mandato.
Inserire l’importo della ritenuta Inps sull’importo lordo nel campo indicato come Importo.
Caricare la voce T02,  Irpef 20% su fine mandato.
Inserire l’importo irpef  su fine mandato nel campo indicato come Importo.
L’importo irpef  su fine mandato si ottiene dal calcolo imponibile lordo al netto della ritenuta del 20%  .
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Devo gestire nel cedolino il permesso per congedo matrimoniale.Come faccio?
A.

Entrare nella funzione ‘Gestione Calendario’ seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.
Dopo aver generato il calendario, portarsi nella colonna del  campo indicato come  ‘Gius’.
Considerare due possibilità:
Se il congedo matrimoniale è a totale carico dell’azienda inserire nei 15 giorni di calendario associati al congedo matrimoniale il giustificativo ‘CMD
con  le relative ore di assenza.
Se il congedo matrimoniale è retribuito anche dall’Inps inserire per i primi 8 giorni di calendario associati al congedo matrimoniale a carico ditta  il giustificativo ‘CMD
con  le relative ore di assenza e per i restanti 7 giorni a carico Inps inserire il giustificativo ‘CMI’ con le relative ore  di assenza.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci  le voci di congedo matrimoniale.

Q?Devo gestire nel cedolino il permesso di paternità per nascita figlio.Come faccio?
A.

Entrare nella funzione ‘Gestione Calendario’ seguendo il percorso di menù Paghe >> Calendario.
Dopo aver generato il calendario, portarsi nella colonna del  campo indicato come  Gius.
Per indicare il permesso di paternità obbligatorio inserire nel giorno del permesso il giustificativo ‘MA8’  e le relative ore di assenza.
Per indicare il permesso di paternità facoltativo inserire nel giorno del permesso il giustificativo ‘MA9’  e le relative ore di assenza.
Cliccare il trattamento Salva per confermare l’operazione.
Cliccare il trattamento Genera voci per generare nella funzione Gestione voci  le voci di assenza per paternità.
La procedura produrrà queste voci:
– Voce ‘M06’ per gestire il congedo di paternità obbligatorio indicando ‘1’ nel campo indicato come Sett2
– Voce ‘M10’ per gestire il congedo di paternità facoltativo indicando ‘1’ nel campo indicato come Sett2
Inoltre viene tolto dal campo indicato come giorni lav il numero dei giorni riferiti ai permessi di paternità.

Q?Qual è il significato del campo indicato come ‘Set.1”Set.2’ nella funzione Gestione voci e che incidenza hanno sulle settimane e giorni presenti nei campi indicati come ‘Settimane intere Inps’ e ‘Giorni lav’ ?
A.

Il campo indicato come Set.1 identifica la settimana con evento indennizzato da enti Inps/Inail che è interamente a carico dell’ente erogatore.
Il campo indicato come Set.2 identifica la settimana con evento indennizzato da enti Inps/Inail ma con integrazione retributiva da parte del datore di lavoro.
Il numero di settimane presente nel campo indicato come Set.1 deve diminuire il numero di settimane presente nel campo indicato come Settimane intere Inps e il numero dei giorni associati al campo Set.1 devono essere tolti dai giorni presenti nel campo indicato come giorni lav.
Il numero delle settimane presente nel campo indicato come Set.2 non modifica le settimane presenti nel campo indicato come Settimane intere Inps.
I giorni associati al campo indicato come Set.2 devono essere tolti dai giorni presenti nel campo indicato come giorni lav e inseriti nel campo indicato come giorni non lav.

Q?Devo forzare la retribuzione e il divisore per il conteggio della malattia, maternità proposta dalla procedura. Come faccio?
A.

Quando si esegue la generazione delle voci dalla funzione ‘Gestione calendario’, in presenza di eventi malattia o maternità, la procedura effettua il conteggio dell’evento utilizzando in automatico la retribuzione imponibile Inps e i giorni divisore riferiti al mese precedente l’evento di malattia o maternità.
Per forzare la retribuzione e il divisore utilizzato dalla procedura si deve entrare nella sezione Parametri mensili seguendo il percorso di menù
Codifiche >> Dipendenti>>Anagrafica Dipendenti.
Portarsi nel paragrafo indicato come ‘Malattia’ e inserire l’importo della retribuzione nel campo indicato come Retribuzione e i giorni divisore nel campo indicato come Divisore Retribuzione.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare poi nella funzione Gestione calendario, eliminare la generazione voci effettuata e riottenere nuovamente le voci per acquisire le variazioni effettuate.

Q?Vorrei applicare lo sgravio contributivo dell’11,50% per le aziende edili. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Sgravi edili arre. ssaa seguendo il percorso di menù Codifiche>>Chiusure Mensili>>Cambio Mese.
Nel campo denominato come ‘Conteggio sgravi edili arretrati da 01.ssaa al .. ssaa’ scegliere il mese di arrivo per il conteggio degli arretrati.
Deve essere precedente al mese di elaborazione paghe.
Nel campo indicato come ‘Elenco ditte edili’ sono elencate le aziende che devono avere queste caratteristiche:
-codice contributi uguale a 02-13-07-44-67
-fiscalizzazione uguale a E-E9
-autorizzazione uguale a 7N
Se manca la ditta verificare  che siano impostati i dati sopra descritti, eventualmente caricarli.
Spuntare le aziende che si desiderano elaborare.
Cliccare il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Vorrei ottenere il file .xml da inviare al fondo Est. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Fondi Sanitari seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Impostare l’anno e il mese di riferimento.
Tra l’elenco ditte spuntare la ditta interessata.
Cliccare il trattamento Elabora per concludere l’operazione.

Q?Perché nel cedolino mi trovo la voce di trattenuta F03 ‘Quota TFR… ’ se il dipendente non è iscritto a nessun fondo?
A.

Trascorsi i 6 mesi previsti per la scelta della destinazione TFR la procedura assegna automaticamente il Tfr al fondo di categoria se la ditta è associata o al FondInps in caso contrario.
Per controllare se la ditta è associata ad un fondo di categoria entrare nella funzione Parametri seguendo il percorso di menù Codifiche>>Ditte>>Anagrafica ditte e verificare il campo indicato come Fondo Aziendale .
Vedere la faq Devo inserire la data scelta di destinazione del Tfr per l’operatività di inserimento.

Q?Come imposto il cedolino di una mobilità che diventa un rapporto di impiego standard (senza variazioni di orario)?
A.

Seguire le direttive della Faq Come imposto il cedolino di un rapporto part time in full time nel corso del mese ma dopo la modifica dei dati anagrafici del dipendente, considerare di caricare i valori delle voci riferiti all’intero mese (non è necessario suddividerli nelle due porzioni poichè sarà la voce 915 ad indicare su quale parte di imponibile INPS applicare una diversa contribuzione).
Per il momento nel modello UniEmens la denuncia individuale riferita al precedente rapporto di lavoro (in questo caso alla porzione in mobilità) deve essere gestita manualmente.
La stessa procedura è da seguire anche nelle altre tipologie di passaggio che non coinvolgano l’orario di lavoro.

Q?Come imposto il cedolino di un rapporto part time in full time nel corso del mese?
A.

Prima di modificare i dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
caricare i valori e le voci riferite alla porzione di mese in cui il dipendente è ancora partime.
– entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– elaborare il cedolino
– entrare nella sotto-sezione Stampa
– stampare e salvarsi il cedolino di prova .
Apportare le variazioni anagrafiche in funzione del nuovo rapporto di lavoro (funzione  Anagrafica e sue sottosezioni seguendo il percorso di menù Codifiche>>Dipendenti).
Dopo la modifica dei dati anagrafici del dipendente:
– entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino
– caricare i valori riferiti alla porzione di mese in cui il dipendente è passato a fulltime e le voci ed i valori (precalcolati come da cedolino di prova salvato) per il periodo di partime.
– per inserire voci cliccare il trattamento Nuove voci
– in particolare caricare la voce “915” assegnando :
.  nel campo indicato come Ore: nelle ore intere il numero delle ore part time riferite al precedente rapporto di lavoro e nelle ore decimali il numero dei giorni Inps riferiti al precedente rapporto di lavoro, nel formato 01 02 ecc
. nel campo indicato come Importo: valore dell’imponibile Inps del precedente rapporto
di lavoro.
Procedere il calcolo del cedolino normalmente.
L’UniEmens è poi gestito automaticamente.
La stessa procedura è da seguire nel passaggio fulltime/partime nel corso del mese.

Q?Devo inserire la data scelta di destinazione del Tfr. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Altri dati della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nel campo indicato come ‘Data scelta destinazione Tfr’ caricare la data indicata nel modulo consegnato dal lavoratore.
La scelta deve essere fatta entro sei mesi dalla data di assunzione.

Q?Voglio ottenere la stampa dei modelli ANF precompilati. Come faccio?
A.

Prima di procedere alla stampa verificare che nella sezione Nucleo Familiare, della funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti,  siano inseriti tutti i dati dei componenti familiari.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti .
Cliccare il trattamento Lettera che aprirà una finestra di dialogo.
Dall’elenco documenti disponibili cliccare:
– il modulo indicato come Richiesta ANF precompilato riferito all’anno di competenza se il dipendente ha la codifica dell’assegno nucleo familiare nei parametri mensili.
– il modulo indicato come Richiesta ANF tutti riferito all’anno di competenza se il dipendente non ha la codifica dell’assegno nucleo familiare nei parametri mensili.
Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Apri per aprire il file del download.
La procedura controlla l’età dei componenti familiari ed esclude dalla stampa i maggiori di 18 anni.
Nei casi di maggiorenni studenti, invalidi, fratelli, che rientrano nella spettanza dell’assegno, nei casi stabiliti dall’Inps, provvedere manualmente al caricamento dei dati nel documento word proposto dalla procedura.
Al termine procedere alla stampa del modulo.

Q?Cosa significa il campo indicato come ‘Ore contrattuali ditta’ nella funzione Parametri Mensili?
A.

Indica le ore mensili del contratto nazionale cui fa capo la la ditta.
L’informazione si trova anche nella sezione Parametri della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso Codifiche>>Ditte. Per i dipendenti che prevedono un diverso valore è possibile specificarlo compilando l’apposito casella.
E’ bene sottolineare che non si tratta delle ore di lavoro del lavoratore partime.

Q?Come devono essere gestite le voci ‘N01’ ed ‘N02’ ?
A.

La voce ‘N01’ deve essere definita come competenza con le caratteristiche di esenzione Inps e Irpef ed una descrizione idonea (es. trasferta, rimborso spese).
Per la creazione della voce vedere domanda ‘Devo creare una nuova voce’.
La voce ‘N02’  è necessario che venga associata ad una voce di competenza con le caratteristiche di assoggettamento Inps e Irpef (es.premio, compenso).
Per la creazione della voce vedere domanda ‘Devo creare una nuova voce’.
Per associare la voce vedere domanda ‘Devo associare la voce N02 a una voce che contenga la differenza fino a raggiungimento di un netto definito’.

Q?Voglio sapere quando devo utilizzare la voce ‘N01’ piuttosto che la voce ‘N02’. Che differenza c’è?
A.

Entrambe le voci puntano ad ottenere un netto predefinito dall’utente ma la voce ‘N01’ esegue un calcolo esente Inps e Irpef, mentre la voce  ‘N02’ tiene conto di entrambi.

Q?Ho notato che è stata inserita la possibilità di inviare le stampe via EMail. Questo significa che se elaboro più ditte contemporaneamente ad ognuna viene inviata la sua stampa?
A.

R – NO. La procedura continua a lavorare producendo  un’unica stampa per ogni richiesta utente pertanto se elaboro più ditte otterrò una stampa unica contenente tutti i dati di tutte le ditte richieste. Per ottenere il risultato cui si riferisce la domanda è necessario elaborare SINGOLARMENTE ogni ditta.
SOLO per chi ha attivato il pacchetto di Archiviazione Documentale è disponibile la modalità in invio mail dei cedolini che automaticamente produce cedolini separati e provvede ad inviarli ai singoli dipendenti ma anche in questo caso si tratta di quest’unica elaborazione.

Q?Perché nel cedolino di conguaglio trovo solo la trattenuta addizionale Regionale?
A.

Controllare le modalità di calcolo della trattenuta Comunale previste dalla delibera del comune di residenza del lavoratore: aliquota diversa da ‘0’, il limite di reddito e gli scaglioni di reddito.
Entrare nella funzione Gestione Tabelle  seguendo il percorso di menù Servizi.
Aprire tendina del campo indicato come Tabella e scegliere la stringa Comuni.
Inserire la denominazione del comune da trovare nel campo indicato come Comune.
Cliccare il trattamento Cerca  per rendere effettiva l’operazione.

Q?nel cedolino di conguaglio non trovo la trattenuta addizionale Regionale/Comunale?
A.

La procedura procede al calcolo delle trattenute Regionale e Comunale in presenza di un’imposta irpef netta da pagare.

Q?Devo liquidare un dipendente cessato nei mesi precedenti. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Cessati.
Cercare il dipendente e spuntare l’opzione nel campo indicato come Calcolo immediato.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi indicati come Settimane intere e Giorni Lav.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Passare alla funzione Calcolo Ordinario.

Q?Devo creare l’automatismo per una trattenuta sindacale. Come faccio?
A.

La procedura prevede la codifica di voci specifiche dedicate ai singoli sindacati (da 960 a 974).
Entrare nella funzione Voci cedolino seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Cercare nelle sezioni Contratti generali e/o Contratti Consulente se esiste la voce di trattenuta sindacale.
Se non c’è provvedere alla creazione della voce.
Entrare nella funzione Automatismi seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Nella sezione Automatismi fissi caricare il codice voce (riferita al sindacato in oggetto) nel campo indicato come Voce.
Inserire il valore ‘1’ nel campo indicato come Ore/Giorni.
Scegliere ‘Tutti’ nei campi indicati come Qualifica, Rapporto di lavoro, Contratti di lavoro.
Indicare il codice ‘5’ nel campo indicato come Assenze.
Compilare il campo indicato come Sindacato nel seguente modo:
–                      valore ‘1’ se voce corrispondente a 961
–                      valore ‘2’ se voce corrispondente a 962
–                      procedere se necessario con il progressivo associato alla voce.
Nel campo indicato come Mesi per cui raddoppiare i valori inserire il valore del mese/mesi in cui si deve raddoppiare l’importo, in presenza di altra mensilità.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nella sezione Parametri è presente il campo indicato come Sindacato.
Inserire il codice uguale a quello inserito nel campo indicato come Sindacato della sezione Automatismi fissi.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a generare la voce di trattenuta sindacale associata al codice sindacato del lavoratore.

Q?Devo diminuire i giorni di detrazione. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nella sezione Parametri è presente il campo indicato come N.gg non soggetti.
Inserire il numerodei giorni da togliere ai giorni mensili di detrazioni.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo modificare le detrazioni da gennaio. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nella sezione Riepilogo cliccare la sotto-sezione Detrazioni..
Effettuare le variazioni.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo creare una nuova voce. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Voci cedolino seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Entrare nella sezione Contratti Consulente e nella sotto-sezione Parametri Generali aprire tendina del campo indicato come Contratto. Scegliere il contratto e  inserire un codice voce libero (compreso fra codice 500 e codice 700) nel campo indicato come Voce. Impostare la descrizione della voce e il codice numerico nel campo indicato come Id.voce (di norma uguale al codice voce). Passare poi alla compilazione dei campi indicati come Rapporti di impiego, Unità di misura, Riferimenti contabili, Assogg.Inps,  Assogg.Irpef, Tipo Voce  e eventuali altri campi che definiscono la funzionalità della voce.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Passare alla sotto-sezione Parametri Calcolo per definire la formula di calcolo della voce.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Ho un imponibile Inps negativo dovuto a un evento di maternità/malattia. Devo eliminarlo. Come faccio?
A.

Questa situazione può generarsi solo se l’utente non gestisce gli eventi INPS con il modulo del Calendario.
La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “M99”.
Dal cedolino di prova prendere nota dell’importo di maternità/malattia a carico del datore di lavoro.
Entrare nella funzione Gestione Voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Aprire la sezione Malattia e cliccare il trattamento Annulla mal per annullare le voci generate di malattia/maternità.
Aprire la sezione Voci del mese  e cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce “M99” (imp.storno mal/mat) assegnando questi valori nel campo indicato come Ore:
–                      valore 1  se evento di malattia.
–                      valore 3  se evento di maternità.
Inserire il valore dell’integrazione malattia/maternità a carico del datore di lavoro  nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Tornare alla sezione Malattia e cliccare il trattamento Genera mal per riottenere  le voci di malattia/maternità.
La procedura provvede a conteggiare l’importo di storno fino a capienza dell’integrazione ditta.
Al termine provvedere ad aggiornare i dati dei campi indicati come Settimane, Giorni, e S1/S2  adeguandoli alla nuova situazione di integrazione tutta a carico dell’Inps.

Q?Devo associare la voce N02 alla voce della differenza fino a raggiungimento del netto definito. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione Tabelle  seguendo il percorso di menù Servizi.
Aprire tendina del campo indicato come Tabella e scegliere la stringa Gestione Lordo-netto.
Inserire la voce valida per i dipendenti nel campo indicato come Voce per dipendenti.
Inserire la voce valida per i co.co.co nel campo indicato come Voce per collaboratori.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Voglio sapere che aliquota viene applicata per il calcolo dell’addizionale comunale. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione Tabelle  seguendo il percorso di menù Servizi.
Aprire tendina del campo indicato come Tabella e scegliere la stringa Comuni.
Inserire la denominazione del comune da trovare nel campo indicato come Comune.
Cliccare il trattamento Cerca  per rendere effettiva l’operazione.

Q?Devo creare un nuovo centro di costo o associare una descrizione. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione Tabelle  seguendo il percorso di menù Servizi.
Aprire tendina del campo indicato come Tabella e scegliere la stringa Centri di Costo.
Inserire i dati richiesti nei campi indicati come Centro di costo e Descrizione Centri di costo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.

Q?Devo caricare anche gli importi del TFR accantonato in anni precedenti. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Aprire la sezione TFR e inserire i dati del TFR progressivi dalla data di assunzione.
Nel campo indicato come Situazione TFR al 31.12…..  inserire l’anno precedente a quello dei movimenti storici.
Per gli assunti fino all’anno 2000  caricare anche i dati del TFR accantonati fino a quell’anno impostando il campo indicato
come Situazione TFR al 31.12.2000.

Q?Ho acquisito una nuova ditta a metà anno. Devo caricare gli storici da gennaio. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >>Ditte .
Nel campo indicato come Mese di elaborazione impostare il mese di Gennaio e caricare i dati anagrafici dell’azienda.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
Completare le sezioni Parametri, Inps, Inail della ditta.
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire le anagrafiche dei dipendenti.
Completare le sezioni Parametri mensili, e sotto-sezioni Elementi Retributivi, Inail.
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Cliccare il trattamento Genera Calen. per rendere effettiva l’operazione.
Inserire i giustificativi come da presenze storici.
Cliccare il trattamento Genera Voci  per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Input  per passare alla gestione voci.
Di seguito l’elenco di voci per forzare importi da storici:

  • Voce N05 per acquisire importo ‘altre detrazioni’.
  • Voce N10 per acquisire importo ‘detrazioni figli’.
  • Voce N11 per acquisire importo ‘detrazioni coniuge’.
  • Voce N19 per acquisire importo ‘cred.art.1 dl 66/2014’.
  • Voce A13 per acquisire importo ‘addizionale regionale rateale’.
  • Voce A14 per acquisire importo ‘addizionale comunale rateale’.
  • Voce A15 per acquisire importo ‘acconto addizionale comunale’.
  • Voce  999 per acquisire importo ‘arrotondamento’.

Entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Calc.Tutti  per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il campo indicato come Vai a Cedolino e verificare che Imponibile Inps, Ritenuta Inps, Imponibile Irpef e Imposta Netta corrispondano a quelle presenti nel cedolino storico.
Se i dati sono identici proseguire con il dipendente successivo.
Se gli imponibili differiscono per pochi euro/centesimi aggiustare gli importi con le seguenti voci:

  • Voce 810 per aumentare imponibile Inps (con tipo voce Cambia Segno diminuisce)
  • Voce 805 per aumentare imponibile Irpef (con tipo voce Cambia Segno diminuisce)

Rieseguire il trattamento Calc.Tutti  per rendere effettiva l’operazione.
Se gli imponibili  Inps/Irpef e Ritenute e Imposta risultano uguali  proseguire nella verifica del Netto.
Per aggiustare il Netto utilizzare la  seguente voce:

  • Voce 950 per diminuire l’importo del Netto (con tipo voce Cambia Segno aumenta)

Per aggiustare l’importo della retribuzione utile del  TFR utilizzare la  seguente voce:

  • Voce 941 per aumentare l’importo del TFR (con tipo voce Cambia Segno diminuisce)

Rieseguire il trattamento Calc.Tutti  per rendere effettive le operazioni di variazione.
Al termine dell’elaborazione di tutti i dipendenti eseguire la sezione Fine Calcolo presente nella funzioneCalcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino per ottenere la creazione dei tributi.
Entrare nella funzione Cambio Mese seguendo il percorso di menù Chiusure Mensili >> Cambio mese.
Chiudere il mese storico caricato e aprire  il nuovo mese da caricare.
Ripetere tutte le operazioni partendo dalla sezione Genera Calendario.

Q?Devo recuperare un importo di malattia non riconosciuta dall’Inps. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Nel campo indicato come Tipo voce scegliere Cambia Seg no.
Caricare la voce XXX (malattia c/Inps).
 Inserire l’importo da recuperare nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura provvede a conteggiare e caricare automaticamente i dati necessari alla corretta compilazione della dichiarazione Uniemens (codice “E775”.)

Q?Devo assumere un lavoratore con agevolazioni di mobilità, ex-disoccupati ecc. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Aprire tendina del campo indicato come Part-time e agevolazioni.
Scegliere il codice associato all’agevolazione da inserire.
Cliccare il trattamento Varia  per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Altri Dati seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Eseguire doppio click sul campo indicato come Tipo contribuzione e scegliere il codice associato all’agevolazione da gestire.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo inserire una nuova ditta. Cosa devo fare?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >>Ditte .
A questo punto scegliere tra le due possibilità:
1. Duplicazione da ditta esistente
Selezionare una ditta di origine con caratteristiche contributive / contrattuali simili alla nuova.
Cliccare il trattamento Duplica che aprirà una finestra di dialogo.
Indicare codice e ragione sociale della nuova ditta.
Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
2. Inserimento nuova ditta
Compilare i campi della maschera con i dati della nuova azienda avendo cura di specificare un nuovo codice ditta.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
In entrambi i casi è corretto verificare ed eventualmente inserire/variare i dati delle altre sezioni (Parametri, Inps ecc.).

Q?Come eseguire un trasferimento d’azienda con passaggio diretto dei dipendenti (fusioni o incorporazioni)?
A.

Entrare nella funzione Duplicazione Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Spuntare nel campo Duplicazione le opzioni di cui si vuole la duplicazione:
-archivi ditte:                          se si desidera la duplicazione dei dati della ditta
-archivi dipendenti:                se si desidera la duplicazione dei dati dei dipendenti
-storico cedolini:                    se si desidera la duplicazione dei dati storici dell’anno
-cambio coordinate Inps:       spuntare se la posizione inps della nuova ditta è diversa dalla ditta di  origine altrimenti togliere.
-cambio coordinate Inail:       spuntare se le posizioni iail della nuova ditta sono diverse dalla ditta di  origine altrimenti togliere.
Verifica dei valori della sezione DA che è la ditta di origine da cui duplicare i dati.
Aggiornare il codice di arrivo della nuova ditta nella sezione A.
Vengono proposti i codici dipendenti, unità locali e contratto della ditta di origine.
Se le matricole, le unità locali e il contratto rimangono uguali cliccare il trattamento Esegui per concludere l’operazione.
Se le matricole, unità locali o contratto variano utilizzare simbolo gomma per pulire la colonna e inserire i nuovi valori.
Se varia solo un codice (matricola, unità locali, contratto) pulire il campo con tasto Canc ed inserire il nuovo valore lasciando  inalterati gli altri codici..
Cliccare il trattamento Esegui per concludere l’operazione.
Ditta di origine (DA):
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire nel campo Data cessazione la data in cui termina il rapporto con la precedente ditta.
Inserire nel campo Tipo cess. la tipologia del trasferimento effettuato.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione
Ditta di arrivo (A).
Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire nel campo Data assunzione la data in cui inizia il nuovo rapporto di lavoro.
Inserire nel campo Tipo assunz. la tipologia del trasferimento effettuato.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella sezione Altri Dati e inserire nel campo Data assunzione precedente la data di assunzione in capo alla prima azienda (Ditta DA).
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Per gestire il conguaglio a Dicembre vedere la domanda ‘Ho eseguito duplicazione anagrafica e storici di un dipendente. Come faccio a conguagliarlo?’

Q?Mi è stata accolta la domanda per prestazioni a sostegno del reddito di dipendenti assunti dalle liste di mobilità recuperando gli importi fornitimi dall’Inps nella dichiarazione UniEmens (codice MOBI), come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce 926.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 926 come indicato in tabella:

Casistica Tipo voce Codice voce Ore Importo
Arretrati Cambio segno 926 2 Valore indicato dall’inps
Mese corrente Cambio segno 926 1 Valore indicato dall’inps

Come è evidente il valore discriminante gli arretrati dal mese corrente è Ore.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
 

Q?Voglio ottenere le stampe dei ratei. Cosa devo fare?
A.

Entrare nella sezione Ratei della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Verificare  che siano impostati i parametri per il calcolo dei ratei, eventualmente caricarli.
Cliccare il trattamento Varia (o Inserisci se originariamente non esistevano) per concludere l’operazione.
E’ prevista anche la possibilità della duplicazione.
Entrare nella funzione Elaborazioni Batch seguendo il percorso di menu Servizi >>Batch.
Nell’elenco Job cliccare Gestione Ratei.
Nell’elenco cod.Elaborazione cliccare sulla elaborazione richiesta.
Completare inserendo i codici e i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Come faccio a duplicare gli automatismi tra le ditte?
A.

Entrare nella sezione Ratei della funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Verificare  che siano impostati i parametri per il calcolo dei ratei, eventualmente caricarli.
Cliccare il trattamento Varia (o Inserisci se originariamente non esistevano) per concludere l’operazione.
E’ prevista anche la possibilità della duplicazione.
Entrare nella funzione Elaborazioni Batch seguendo il percorso di menu Servizi >>Batch.
Nell’elenco Job cliccare Gestione Ratei.
Nell’elenco cod.Elaborazione cliccare sulla elaborazione richiesta.
Completare inserendo i codici e i dati richiesti.
Cliccare il trattamento Elabora  per concludere l’operazione.

Q?Come faccio a gestire nel cedolino le trattenute agli enti bilaterali e ai fondi assistenziali?
A.

Entrare nella sezione Altri Dati della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Aprire il box a tendina e scegliere l’ente  bilaterale cui è iscritta la ditta.
Aprire il box a tendina e scegliere il fondo assistenziale cui è iscritta la ditta.
Confermare con bottone Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo inserire manualmente un credito/debito nell’F24. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione standard seguendo il percorso di menù Paghe>>F24.
Scegliere tipologia F24, ditta e periodo da trattare.
Se il documento scelto risultasse “Stampato” prima di procedere cliccare il trattamento Apri F24 per renderlo modificabile, a questo punto risulterà “In trattamento”.
Entrare nella sezione Dettaglio.
Entrare nella sezione Debiti o Crediti.
Entrare nella sotto-sezione F24 di cui fa parte il tributo in inserimento (Erario, Inps ecc.).
Spuntare il checkbox in testa alla prima riga vuota e caricare i dati.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo stampare il modulo ‘Dichiarazione di spettanza delle detrazioni’. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Cliccare il trattamento Lettera che aprirà una finestra di dialogo.
Dall’elenco documenti disponibili cliccare il modulo richiesto.
Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
Cliccare il trattamento Apri per aprire il file del download.
Procedere alla stampa del modulo.

Q?Devo ristampare il Libro Unico di un mese precedente. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >>Ditte .
Nel campo indicato come Mese di elaborazione impostare il mese cui si riferisce il Libro Unico da ristampare.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Passare alla sezione Stampa della funzione Calcolo Ordinario  seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Aprire  tendina del campo indicato come Tipo Stampa e scegliere Ristampa Cedolini vidimati.
Al termine della ristampa tornare alla funzione Anagrafica ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >>Ditte .
Nel campo indicato come Mese di elaborazione rimettere mese di elaborazione dell’input.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo inibire per un’azienda l’applicazione della detassazione per incremento di produttività. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Togliere la spunta al campo indicato come  Detassazione Straordinari.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo variare la maturazione ferie. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Contratti Consulente della funzione Ferie-Perm seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Variare il rateo di maturazione ferie .
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo erogare un’anticipazione del TFR. Come faccio?
A.

La procedura prevede di risolvere la problematica tramite il codice voce “982″.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce 982, Anticipazione TFR.
Inserire l’importo lordo dell’anticipazione nel campo indicato come Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci  per concludere l’operazione.
La procedura provvede, nella funzione Calcolo Ordinario, a conteggiare e inserire nel cedolino le voci associate al calcolo dell’anticipazione del TFR.
Per la seconda anticipazione e seguenti nello stesso anno inserire sempre la voce ‘982’ con il nuovo importo dell’anticipo.
La procedura esegue automaticamente la sommatoria degli importi pregressi per la tassazione separata.

Q?Come faccio a sapere quanto è il rateo mensile di maturazione ferie?
A.

Entrare nella funzione Ferie-Perm seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Se presente la sezione Contratti Consulente consultarne i dati altrimenti visualizzarli nella sezione Contratti Generali.

Q?Ho aderito ad un fondo impresa come faccio ad inserirlo nella dichiarazione UniEmens?
A.

La procedura prevede la codifica di voci specifiche dedicate ai singoli fondi.
Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare su un dipendente qualsiasi la voce corrispondente al fondo (da codice “F48” a codice “F70”) assegnando il valore zero ai campi Ore ed Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura provvede a conteggiare e caricare automaticamente i dati necessari alla corretta compilazione della dichiarazione UniEmens .

Q?Devo aggiungere/variare la descrizione di un elemento di retribuzione. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Contratti Consulente della funzione Elementi Retributivi seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Correggere/Inserire la descrizione nell’elemento.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Come faccio a gestire un evento di ricaduta malattia?
A.

Ci sono due possibilità:
1. Gestione della ricaduta tramite modulo di Gestione Calendario.
Entrare nella funzione Gestione Calendario seguendo il percorso di menù Paghe>>Calendario.
Nel campo indicato come Gius inserire, per i giorni di ricaduta malattia, il giustificativo MAR.
2. Gestione della ricaduta nella sezione Malattia della funzione Gestione Voci.
Entrare nella sezione Malattia della funzione Gestione Voci  seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Gestire il primo evento di malattia come di consueto inserendo nel campo indicato Eve  il codice 1A.
Cliccare il trattamento Ins.mal per concludere l’operazione.
Sempre nel campo indicato come Inizio malattia  inserire la data di inizio del primo evento di malattia.
Nel campo indicato come Ric inserire codice N.
Nel campo indicato come Eve  inserire codice 1A.
Nel campo indicato come Periodo malattia: da/a indicare il periodo di interruzione tra la prima malattia e la ricaduta.
Cliccare il trattamento Ins.mal per concludere l’operazione.
Ancora nel campo indicato come Inizio malattia  inserire la data di inizio del primo evento di malattia.
Nel campo indicato come Eve  inserire codice 1 o 1A per indicare che l’evento di ricaduta chiude/ prosegue la malattia.
Nel campo indicato come Periodo malattia: da/a indicare il periodo di malattia associato alla ricaduta.
Cliccare il trattamento Ins.mal per concludere l’operazione.

Q?Un dipendente mi ha comunicato in ritardo l’iscrizione ad un fondo complementare. Come faccio a inserire le voci di arretrato considerando che la ditta versa il fondo a Tesoreria Inps?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare le voci come indicato in tabella:

Casistica Tipo voce Codice voce Ore Importo MmRif.
Arr.Ditta Arretrato XXX voce del fondo 0 Arr.calcolato Mese prec.all’elaborazione
Arr.Tesoreria Cambio segno F10 0 Arr.calcolato Mese prec.all’elaborazione
Arr. Dipendente Arretrato XXX voce c/dip 0 Arr.calcolato Mese prec.all’elaborazione

Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.

Q?Devo applicare la detassazione per incremento di produttività. Come faccio?
A.

Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Spuntare il campo indicato come  Detassazione 10%.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
Entrare nella funzione Voci Cedolino  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
Consultare la voce di cui si vuole applicare la detassazione.
Verificare che nel campo indicato come Mens.agg.straord sia presente la dicitura 2 Detassazione 10%.
In caso contrario aggiornare il campo inserendo la codifica indicata e cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.
La procedura con l’operazione di Calcolo Ordinario provvede a generare in automatico la voce S91 con l’importo della detassazione calcolato al 10%, seguendo i criteri di controllo dell’imponibile fiscale e del limite di detassazione stabiliti dalla normativa.

Q?Devo assumere un lavoratore a tempo determinato. Come indicarlo ai fini del contributo addizionale dell’1,40%.
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nel campo indicato come Tempo Determinato scegliere i codici associati alla trattenuta dell’1,40%.

Q?Devo posticipare il compenso di un collaboratore a progetto. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Nella sezione Voci del mese indicare il mese del pagamento nel campo indicato come Mese di pagamento.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Ho generato un cedolino di prova e ora vorrei eliminarlo. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Calcolo Ordinario seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Cliccare il trattamento Elimina Cedolino per eliminare i dati dallo storico.
Passare alla funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Pulire la maschera di tutti i dati inseriti.
Cliccare il trattamento Forza Ins. per concludere l’operazione.

Q?Devo gestire rapporti di lavoro particolari, collaboratori a progetto, interinali, chiamata, colf, stagisti ecc. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Cliccare l’icona Icona Help On-Line  che aprirà una finestra  di dialogo.
Cercare nelle descrizioni  il campo indicato come Rapp.impiego.
Cliccare fra i link presenti  che rimandano alla finestra di dialogo con l’operatività da seguire.

Q?Ho già stampato il Libro Unico, ma devo rifare il cedolino paga di un dipendente. Come faccio a riottenere il Libro Unico con lo stesso numero?
A.

R – Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe >> Cedolino.
Effettuare le correzioni al dipendente.
Entrare nella funzione Calcolo Ordinario  e rieseguire il calcolo del cedolino.
Passare alla sezione Stampe e aprire la selezione del campo indicato come Tipo Stampa.
Cliccare sulla scelta Cedolini Vidimati (mantenimento numerazione)
Cliccare il trattamento Stampa per concludere l’operazione.

Q?Come faccio a riaprire un’evento di malattia/maternità chiusa nel mese precedente?
A.

Entrare nella sezione Malattia della funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Nel campo indicato come Storico Malattie cliccare sulla riga con evento di malattia/maternità da riaprire.
Sostituire il codice evento che chiude con codice evento che continua.
Cliccare il trattamento Varia stor. per concludere l’operazione.
Per gli utenti che utilizzano il modulo di gestione calendario questa operazione è trasparente ed eseguita automaticamente in base al caricamento degli eventi nelle apposite funzioni.

Q?Devo duplicare le descrizioni degli elementi retributivi e/o i parametri di maturazione ferie/permessi. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Contratti seguendo il percorso di menù Codifiche >> Contratti Utente.
A questo punto scegliere tra due possibilità:
1. Duplicazione in un contratto già esistente della sezione Contratti Consulente.
Portarsi nella sezione Contratti Generali.
Scegliere il contratto da cui duplicare gli Elementi retributvi o i parametri ferie/permessi.
Cliccare l’icona Attiva  Duplica descriz.elem. Retrib. nella colonna del campo indicato come Desc.Elem.Ret.
Oppure cliccare l’icona Attiva Duplica par.maturaz.ferie/permessi nella colonna del campo indicato come Param.ferie/permessi
Viene aperta una finestra di dialogo.
Spuntare il campo indicato come Consulente per scegliere il livello contratto di destinazione.
Selezionere il consulente e il contratto di destinazione.
Cliccare il trattamento Esegui per rendere effettiva l’operazione.
2. Duplicazione in nuovo contratto della sezione Contratti Consulenti.
Portarsi nella sezione Contratti Generali.
Scegliere il contratto da duplicare.
Cliccare il trattamento Duplica a sinistra del codice contratto.
Viene aperta una finestra di dialogo.
Spuntare il campo indicato come Consulente per scegliere il livello contratto di destinazione.
Selezionare il consulente di destinazione.
Inserire nel campo indicato come Contratto la sigla del contratto uguale a quella della sezione Contratti Generali.
Inserire nel campo indicato come Descrizione la descrizione del contratto uguale a quella della sezione Contratti Generali.
Spuntare il campo indicato come Descr.Elem.retributivi e/o il campo indicato come Param maturazione ferie/permessi.
Cliccare il trattamento Esegui per concludere l’operazione.

Q?Devo eleborare un cedolino di un dipendente cessato nei mesi precedenti. Non lo trovo più nell’anagrafica. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Anagrafica Dipendenti  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Spuntare il campo indicato come Cessati.
Trovare il dipendente e entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Inserire ‘0’ nei campi indicati come Settimane intere e Giorni Lav.
Completare con inserimento di  eventuali voci da inserire.
Passare alla funzione Calcolo Ordinario.

Q?La ditta ha più di 50 dipendenti e devo impostare l’accantonamento del TFR al Fondo tesoreria Inps. Come devo fare?
A.

Entrare nella sezione Parametri della funzione Anagrafica Ditte seguendo il percorso di menù Codifiche >> Ditte.
Spuntare il campo indicato come Tesoreria Inps.
Cliccare il trattamento Varia per concludere l’operazione.

Q?Devo assumere un apprendista e devo assegnargli la retribuzione in funzione dell’inquadramento. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Nella sezione Elementi retributivi è presente il campo indicato come Apprendisti:gruppo.
Con doppio click aprire le possibili scelte del gruppo da assegnare.

Q?Devo revocare un fondo impresa, cosa devo fare?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare su un dipendente qualsiasi la voce “F59″ (revoca adesione fondi) assegnando il valore zero ai campi indicati come Ore ed Importo.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione.
La procedura provvede a conteggiare e caricare automaticamente i dati necessari alla corretta compilazione della dichiarazione Uniemens (codice “REVO”.)

Q?Devo pagare un compenso al collaboratore riferito a tre mesi. Come faccio?
A.

Entrare nella funzione Gestione voci seguendo il percorso di menù Paghe>>Cedolino.
Cliccare il trattamento Nuove voci per aprire la modalità di inserimento.
Caricare la voce del compenso e inserire l’importo da erogare.
Inserire nel campo indicato come Mm Rif il numero dei mesi riferiti al compenso.
Cliccare il trattamento Inserisci per concludere l’operazione

Q?Dove trovo la legenda del campo indicato come Apprendisti: Gruppo?
A.

Entrare nella sezione Elementi retributivi della funzione Parametri Mensili  seguendo il percorso di menù
Codifiche >> Dipendenti.
Cliccare l’icona Icona Help On-Line che aprirà una finestra  di dialogo.
Cercare nelle descrizioni  il campo indicato come Apprendisti:gruppo.
Cliccare il link presente  indicato come Contratti Nazionali.
Nella nuova finestra di dialogo cliccare il link presente  indicato come Gruppi Apprendisti.
Scegliere il contratto di appartenenza per le spiegazioni.

Q?Ho assunto un dipendente che ha avuto un precedente rapporto di lavoro nell’anno. Come faccio a conguagliarlo?
A.

Entrare nella funzione Cud Altri  seguendo il percorso di menù Codifiche >> Dipendenti.
Inserire i dati richiesti come da CUD del precedente datore di lavoro.
Spuntare il campo indicato come Tratta Conguaglio.
Cliccare il trattamento Inserisci per rendere effettiva l’operazione.

programmi buste paga